Scienza: Chi mangia carboidrati vive più a lungo

Gli abitanti delle Isole di Okinawa sono una delle popolazione più longeve al mondo. Il loro segreto? Secondo la scienza è la loro dieta ricca di carboidrati.

Home > Benessere > Scienza: Chi mangia carboidrati vive più a lungo

Siamo abituati a sentir parlare dei carboidrati come un nemico della nostra dieta e della nostra salute. Sono numerosi, però, gli studi che sono riusciti a dimostrare il contrario, dimostrando l’importanza di questi alimenti all’interno delle nostre abitudini alimentari.

Limportanza-dei-carboidrati

Sono tante, infatti, le ricerche scientifiche che dimostrano che gli alimenti ricchi di carboidrati sono molto importanti nelle nostre diete e nei nostri regimi alimentari. E non è finita qui. Un altro studio ha infatti dimostrato che mangiare molti carboidrati ci aiuta a vivere più a lungo.

Mangiare carboidrati fa bene, è salutare e ci aiuta a vivere di più. E’ questo lo straordinario risultato di una ricerca scientifica dell’Università di Sidney, della quale ha parlato anche la BBC. Questo studio ha analizzato una delle popolazione più longeve del mondo intero, gli abitanti delle Isole di Okinawa in Giappone.

Analizzando gli abitanti di queste isole giapponesi, un dato preciso merita una particolare attenzione: All’interno di questa popolazione, ogni 100.000 abitanti, ci sono 68 centenari. Un dato davvero particolare, che ha suscitato l’attenzione di moltissimi studiosi di tutto il mondo.

Il-segreto-degli-abitanti-sono-i-carboidrati

Il loro segreto? Secondo lo studio dell’Università di Sidney il mistero gira tutto intorno alla loro particolare alimentazione. Gli abitanti delle Isole di Okinawa seguono una dieta con pochissime proteine, in cui sono i carboidrati i veri protagonisti.

Ed i risultati di questa ricerca scientifica si basano proprio su questo dato. Secondo gli studiosi, infatti, un regime alimentare a basso contenuto proteico e a alto contenuto di carboidrati aiuta il cervello a restare giovane e attivo, prevenendo l’insorgere di malattia neurodegenerative come l’Alzheimer.

Una-dieta-ricca-di-carboidrati

Il regime alimentare di questa popolazione è molto semplice. C’è un 9% di proteine ricavate dal consumo di pesce magro, vegetali e davvero poca carne bovina. E c’è un alto contenuto di carboidrati assunti tramite la patata dolce, uno degli alimenti base della loro dieta.

Per avvalorare la loro tesi, gli studiosi hanno anche analizzato il comportamento di alcuni topi alimentati con carboidrati. I risultati confermano la teoria già espressa: I topi che hanno consumato molti carboidrati hanno dimostrato una migliore salute dell’ippocampo, la parte del cervello responsabile dell’apprendimento e della memoria.

Insomma, la scienza parla chiaro: Per restare giovani e attivi, mangiate carboidrati!