Scoperta nuova cura contro il cancro al seno

Scoperta nuova cura contro il cancro al seno: ecco come verranno distrutte le cellule tumorali.

Home > Benessere > Scoperta nuova cura contro il cancro al seno

Scoperta nuova cura contro il cancro al seno trasformando le cellule responsabili della malattia in grasso, fenomeno conosciuto come transizione epiteliale-mesenchimale (EMF). Lo hanno scoperto gli scienziati in un recente studio all’Università di Basilea in Svizzera. La ricerca è stata pubblicata su Cancer Cell e spiega come si può sconfiggere questa terribile malattia.

Tutti conoscono il cancro: è una delle patologie più terribili che, ogni anno, miete un numero enorme di vite umane. Ma la ricerca, fortunatamente, fa sempre dei passi in avanti. In questo caso, come spiegato nello studio, gli scienziati sono riusciti a trasformare le cellule responsabili della formazione del tumore al seno in grasso.

cura-cancro

Si tratta di una fase iniziale ma è una scoperta straordinaria e una strada mai intrapresa fino ad adesso che ha come punto di partenza le cellule del mesenchima. Il mesenchima è un tessuto connettivo che si riproduce velocemente e che ci permette, per esempio, di guarire in seguito ad una ferita. Lo stesso metodo usano anche le cellule tumorali che si riproducono attraverso le metastasi.

cancro

In questo caso gli scienziati hanno avuto un’idea geniale: se fermare la riproduzione delle cellule tumorali è impossibile, allora perché non trasformarle in qualcosa di innocuo per il nostro corpo? Ed ecco che così, usando farmaco utilizzato per trattare il cancro, il Trametinib mescolato a un medicinale utilizzato dalle persone affette da diabete di tipo 2, il Rosiglitazone, hanno innescato l’adipogenesi. Questo processo ha trasformato le cellule tumorali in cellule adipose.

tumore-al-seno

Ecco dice lo studio: “Il risultato indica che in un paziente trattato con i due farmaci combinati le cellule del cancro hanno avuto una trasformazione in grasso. Il trattamento è andato a colpire specificatamente le cellule cancerogene con elevata plasticità. Inoltre le cellule che avevano avviato il processo di transizione epitelio-mesenchimale hanno interrotto il processo di proliferazione delle metastasi. Da quanto sappiamo per esperienza scientifica, quando una cellula si trasforma in adiposa, non ritorna mai al suo stato precedente: è la chiave per iniziare ulteriori studi sul tema“.

Adesso speriamo che presto lo studio diventi realtà!