Tisana alla Melissa, benefici e controindicazioni

Le foglie di Melissa hanno molte proprietà e benefici per la nostra salute ma anche alcune controindicazioni. Ecco come puoi preparare una buonissima tisana

Le foglie di Melissa sono ricche di olio essenziale che conferisce alla pianta un aroma gradevole, ha molteplici proprietà e benefici per la nostra salute ma anche alcune controindicazioni. Ecco come puoi preparare una buona tisana alla Melissa.

La Melissa viene utilizzata per trattare i problemi digestivi e può essere acquistata nei negozi di alimenti naturali o nelle farmacie, puoi anche coltivarla in casa.

Oltre ad essere utilizzata per trattare i problemi digestivi, questa pianta può anche controllare i sintomi dell’ansia perché ha proprietà lenitive, garantendo una sensazione di tranquillità e benessere.

Benefici del tè alla melissa

I benefici del tè alla melissa sono legati alle proprietà medicinali di questa pianta. Eccone alcuni:

Migliora la qualità del sonno

Allevia il mal di testa

Combatte i gas intestinali

Previene i disturbi digestivi

Allevia i crampi mestruali e intestinali

Prevenire i disturbi renali

Riduce la tosse

Ti fa sentire meglio e più tranquilla

La melissa, scientificamente chiamata Melissa officinalis , è lenitiva, diuretica ed espettorante, quindi la tisana alla melissa può essere utilizzata come rimedio casalingo per lenire, combattere la ritenzione di liquidi ed è anche utile per combattere il catarro.

Come preparare il tè alla melissa

Per preparare il tè alla melissa è consigliabile utilizzare solo le sue foglie, sia secche che fresche, in quanto è la parte della pianta che contiene tutte le proprietà benefiche per la salute.

Ingredienti

3 cucchiai di foglie di melissa

1 tazza d’acqua

Controindicazioni

Gli effetti collaterali della melissa includono una diminuzione della frequenza cardiaca, sonnolenza e calo della pressione. Fino ad oggi, non sono state scoperte molte controindicazioni sull’utilizzo di questa tisana ma si consiglia alle donne in gravidanza di consultare il proprio medico prima di assumere la tisana. Evita di assumere questa pianta in grandi quantità poiché potrebbe verificarsi un risultato opposto a quello desiderato. Quindi anziché essere un calmante naturale, potrebbe provocare agitazione e ansia. Se soffri di disturbi della tiroide come l’ipotiroidismo, è meglio evitare di consumarla.

Fibromialgia: i sintomi a cui non si pensa

Micosi unghie dei piedi: come eliminare i funghi

Emozione e benessere made in Italy: quando la cura della persona incontra la solidarietà

Colon, come pulirlo e purificarlo

Trucchi Giapponesi che fanno bene al cuore

Burrocacao Fai da Te: la nostra ricetta!

Ha un terribile mal di testa, due giorni dopo la tragedia