Zenzero: chi non dovrebbe mangiarlo

Zenzero: chi non dovrebbe mangiarlo. Conosciamo tutti le sue miracolose proprietà ma pochi sanno le sue controindicazioni. Ecco chi non dovrebbe consumarlo.

Home > Benessere > Zenzero: chi non dovrebbe mangiarlo

Zenzero: chi non dovrebbe mangiarlo? Ce lo avete chiesto in tanti e abbiamo deciso di fare un elenco per mettere le cose in chiaro. Sicuramente avette letto molti articoli sui vari benefici per la salute ed è doveroso parlare anche di chi lo zenzero lo deve evitare. Questa pianta straordinaria ha anche delle controindicazioni che noi cercheremo di elencarvi in questo articolo.

Anche se lo zenzero possiede potenti composti bioattivi e ha tante proprietà curative riconosciute, ci sono alcune cose che dovresti sapere riguardo ai suoi effetti su determinate patologie. Lo zenzero è noto soprattutto per essere in grado di curare molti disturbi digestivi. Il suo ricco contenuto di enzimi aiuta la digestione e la decomposizione del cibo all’interno dell’intestino, così come nel processo di disintossicazione del nostro corpo. Tuttavia, nonostante le sue doti curative, lo zenzero non dovrebbe essere consumato nei seguenti 4 casi:

1. Disturbi del sangue

Lo zenzero stimola la circolazione del sangue, il che lo rende benefico in caso di diabete, obesità, malattia delle arterie periferiche o malattia di Raynaud. Tuttavia, questa capacità dello zenzero rende improprio il suo utilizzo per per le persone affette da emofilia. Il loro sangue ha una ridotta capacità di coagularsi, quindi anche un piccolo infortunio potrebbe essere fatale.

zenzero-benefici

In altre parole, lo zenzero neutralizza gli effetti dei farmaci usati da chi soffre di emofilia e potrebbe persino peggiorare la condizione, portando alla morte.

2. Insieme ad alcuni farmaci

Se prendi farmaci per il diabete o per la pressione alta, dovresti evitare di consumare lo zenzero. Questo perché la combinazione di zenzero con i beta-bloccanti, anticoagulanti o insulina può modificare gli effetti della medicina sul corpo.

3. Le persone sottopeso

Se siete sottopeso, evitate di consumare lo zenzero e i suoi derivati. Questo perché lo zenzero è ricco di fibre e aumenta i livelli di pH dello stomaco e la produzione di enzimi digestivi. Tutto ciò porta a una riduzione dell’appetito e al miglioramento del processo di digestione dei grassi. Lo zenzero, infatti, viene spesso usato per dimagrire.

zenzero-pericoloso

I risultati finali potrebbero essere perdita di peso, perdita di capelli, irregolarità mestruali e scarsa massa muscolare.

4. Le donne in gravidanza

Questa pianta è ricca di composti stimolanti che aiutano la digestione e migliorano la salute dei muscoli. Ma, se lo consumi durante la gravidanza, potrebbe scatenare delle contrazioni premature e indurre il travaglio. Infatti, i medici vietano l’uso dello zenzero durante l’ultimo trimestre di gravidanza. Inoltre, lo zenzero ostacola l’assorbimento del ferro alimentare e delle vitamine liposolubili, così indispensabili in gravidanza.

zenzero-chi-non-dovrebbe-mangiarlo

Anche se lo zenzero potrebbe aiutarvi ad alleviare il malessere e le nausee mattutine, è meglio consultare il proprio medico prima di usarlo.

Come possiamo sostituire lo zenzero? Se appartenete a uno di questi quattro gruppi a rischio, sostituite lo zenzero con pepe di cayenna, peperoni dolci o paprika rossa.

zenzero

Secondo il nutrizionista di fama mondiale Milka Raicevic, i peperoni hanno effetti simili a quelli dello zenzero. Se sei un fan dei cibi piccanti, scegli la paprika rossa e, se non lo sei, usa i peperoni dolci. Puoi persino aggiungerli alla tua limonata per fare un’ottima bevanda disintossicante per il tuo corpo.