5 vegan ebook da leggere sotto l'ombrellone

L’estate si legge, si ha più tempo da dedicare ai libri e a quel mondo scritto che spesso ci dimentichiamo sopra il comodino preferendo film e serie tv.
Oggi non parliamo di commedie o romanzi d’amore, oggi vi presento 5 vegan-ebook per l’estate di Andrea Romeo 
L’avvento della filosofia antispecista

5 vegan ebook per l'estate

5 vegan ebook per l’estate

Perché il cane è il migliore amico dell’uomo e la vacca una bistecca? Perché due persone impegnate nei giochi di seduzione si offendono se chiamate “maiali” o “topi di fogna” e arrossiscono se etichettate come “topolini”? Che ruolo hanno la cultura, il linguaggio e le rappresentazioni mediatiche in generale nel nostro rapportarci con la diversità animale e con la nostra stessa animalità?

È con la parola che si determina il distacco dell’uomo con l’animale dando vita alla dicotomia umano/non-umano regolando il nostro rapporto con le altre creature del pianeta; rapporto che sfocia nella cultura del dominio.
Animal ludens. I giochi, gli uomini, gli animali

Animal_Ludens_600

5 vegan ebook per l’estate

Tutti gli animali giocano, dall’armadillo al cinghiale, dall’ornitorinco al dromedario. Ma nell’umano il gioco, assume un significato particolare: strumento che regola i rapporti tra gli umani e tra questi e l’ambiente. È da questa atavica connessione che la cultura si modella, un luogo ove gioca un ruolo centrale la rappresentazione della realtà: l’imitazione.

La cultura, allora, è inscindibile dalle nostre relazioni inter-specie, da cui prendono forma i miti, le leggende, le favole ecc., dove umani e non umani comunicano con un linguaggio comune, il rospo si trasforma in principe, la bella si innamora della bestia.

 

Lupus in fabula, vacca in mensa

lupus in fabula_Vacca in mensa_600

5 vegan ebook per l’estate

L’avvento del capitalismo, ha segnato un cambiamento velocissimo e radicale in Occidente e quindi in Italia, prima di espandersi all’intero globo. I vecchi modelli tradizionali, connessi alla terra, regolati dal fluire delle stagioni, adesso vengono completamente dissolti in nome di una società “avanzata”, regolata invece dai nuovi interessi industriali, società proiettata all’edonismo e al consumo.

Questa trasformazione dei costumi non tocca soltanto l’essere umano, ma per riflesso investe tutto il pianeta, animali non umani inclusi. Si diffondono gli allevamenti intensivi, il “vivente”, in senso lato, diventa “merce” o “surrogato” (pet) dell’Umano.

In questo ebook, che si può leggere in meno di un’ora di tempo, viene analizzato l’impatto di questo modello sulla nostra società, il ruolo del mito nella trasformazione del non umano in mero scatolame. Viene considerato anche il modo in cui i media tradizionali prima, e quelli tecnologici poi, hanno influito, attraverso le loro rappresentazioni dell’alter, nella diffusione della cultura capitalista e specista. Passeggiando per il tempo, dall’antichità fino al cinematografo e al Carosello, scopriremo che i simboli del capitalismo sono un cow-boy e una bistecca.

 

Schizofrenie mediatiche. Mucche felici e pazze nell’era del capitale

schizofrenie_600

5 vegan ebook per l’estate

Nei media di massa, a partire dal Dopoguerra, abbiamo visto diversi animali felici consigliare al pubblico di mangiarli. Vacche danzanti, polli rapper, maiali beati in mondi bucolici e fiabeschi accompagnati da attori (o pastori) famosi. Al di là di questo confine illusorio vi era, e vi è, in realtà, un mondo totalmente opposto, fatto di allevamenti intensivi e carne da macello.

Questo secondo mondo splatter è venuto fuori a partire dagli anni Ottanta, quando per la prima volta si è assistito a casi di malattie connesse agli allevamenti intensivi: mucca pazza, aviaria, suina ecc. sono diventate quasi una specie di nuova peste medioevale che incombe sulle teste dei consumatori. Soltanto allora ci si siamo resi conto, pian piano, di come in Occidente si è vissuti nell’impostura mediatica.

Con l’avvento della rete Internet questa presa di coscienza si è diffusa prepotentemente, fino alla diffusione dei temi antispecisti ed ecosofisti. Tutti i media di massa, imperterriti e in modo contraddittorio, cercano di “salvare il salvabile” creando uno stato di schizofrenia mediatica attorno ai temi che riguardano il non umano, ovvero la “carne da macello”.

La rete e la diffusione della cultura antispecista

rete_diffusione_cultura_600

5 vegan ebook per l’estate

La rete Internet ci mette dinanzi a un paradosso: da un lato ci allontana dalla natura, madre nutrice, quasi a materializzare il vecchio mito abramitico prima e della modernità poi, della divisione tra spirito e materia: dall’altro lato, nonostante questo distacco dalla realtà materiale per esodare oltre gli schermi elettronici,  l’umano riscopre, in questo nuovo mondo, l’antico cordone ombelicale con la natura e con gli animali non umani.

Per questo motivo ci si è chiesti: come è possibile che l’uomo cibernetico, totalmente distaccato dalla natura, la riscopra? Vi è una connessione tra queste due variabili? Quale? Attraverso un questionario inviato alle maggiori associazioni animaliste a livello nazionale, si è cercato di rispondere a queste domande.

Tutte pronte per la lettura?

I 3 segni zodiacali più vendicativi

Lo amo come amo mio figlio

Vede un senzatetto rovistare nell'immondizia e decide di portargli un pezzo di pizza. Subito dopo la donna scopre la più grande sorpresa della sua vita.

Oroscopo, i 5 segni dello zodiaco che tradiscono più degli altri

Una divertentissima imitazione di belen

Le 10 foto più belle del 2018

17 foto prima e dopo che mostrano il potere del tempo