Ascelle non depilate: una protesta contro i canoni estetici irreali

Natural Beauty

Si chiama Natural Beauty il progetto del fotografo Ben Hopper.

Per il fotografo il punto della questione ruota intorno a questo: “Il punto è il contrasto tra la moda della bellezza femminile e l’aspetto crudo, non convenzionale dei peli delle donne. Per quasi un secolo l’industria della bellezza ci ha fatto il lavaggio del cervello incoraggiando la rimozione dei peli”

Ora, tanto di cappello per quello che pensa questo fantastico uomo, che accetta la donna così com’è, con le labbra morbide ma il pelo ascellare, ma siamo oneste, per quanto i canoni di bellezza stiano sulle balle un po’ a tutti, la depilazione ascellare ha due vantaggi: diminuisce la pezzatura delle magliette in questo periodo e soprattutto, elimina completamente il cattivo odore di sudore che naturalmente produciamo anche solamente facendo 4 scalini. Però..

Il concetto alla base del progetto va inteso in maniera ovviamente molto più ampia è ovvio, si tratta chiaramente di una provocazione che ribadisce per l’ennesima volta un concetto per molte ancora non molto chiaro, ovvero quello della bellezza naturale senza artifici, senza troppe incursioni esterne nei nostri corpi, senza abusare dei prodotti cosmetici, creme, trucchi, chirurgia estetica, senza parlare poi di tutti quei disturbi alimentari provocati dalla falsa immagine della donna perfetta che da decenni ci perseguita e che, per le più deboli o per le maggiormente influenzabili, rappresenta un traguardo da raggiungere per essere accettate dalla società, dalla classe della scuola, dalle amiche e dai ragazzi che magari, quando eravamo adolescenti un po’ cicciottelle, guardavamo dall’angolino della sala in cui si era organizzata una festa di compleanno e che mai e poi mai avremmo avvicinato per paura di una risatina dietro le spalle o ancora peggio dello scherno in piazza pubblica.

Quindi ben vengano progetti come questo di Ben Hopper, per sensibilizzare e sottolineare quanto sia importante l’accettazione di se stessi al di sopra di ogni canone imposto.

Ma poi imposto, imposto da chi? Solo perché sono sulle pagine dei giornali patinati allora sono per forza modelli da in-seguire spasmodicamente? Ma chi se ne frega! Non è che siamo noi a dare troppa importanza a quello che leggiamo, vediamo, invidiamo tanto da averle fatte diventare noi stesse, modelli da imitare?

Ma gli uomini si fanno gli stessi scrupoli? Io non credo, se ne infischiano dei modelli delle pagine patinate, non si complessano vedendo il palestrato in bianco e nero col mutandone griffato, di certo non si chiudono in casa facendosi prendere da raptus bulimici o depressivi, quindi per una volta, affrontiamo le cose come farebbero loro, i maschi, beviamoci una birra alla faccia delle stampelle da passerella e impariamoci a volerci bene.

E se per farlo dovremmo iniziare a non depilarci le ascelle, ok, facciamolo.

Natural Beauty

Natural Beauty 2

Natural Beauty 3

Natural Beauty 4

DPCM con regole più restrittive in arrivo: coprifuoco nazionale?

Lombardia, necessaria autocertificazione per chi circola dalle 23 alle 5

Incidente a San Salvo Marina, Sara Amma Favia morta a 17 anni

La testimonianza di Daniele Mondello sul settimanale Giallo

Autocertificazione in Campania per gli spostamenti: cosa c'è da sapere

Coronavirus: il comune di Arzano sarà zona rossa

Camerota, i primi risultati dell'autopsia di Nancy Chirichiello