Cesvi: da sposa a sposa per realizzare un sogno

So quanto una donna possa essere legata all’abito del giorno considerato “più bello della sua vita”, anche se per chi poi è diventata mamma, il baricentro del calendario si potrebbe spostare lievemente a favore di un’altra data (credo no?).

Di quel giorno, del giorno del matrimonio teniamo tutto: il tappo della prima bottiglia stappata da marito e moglie, il cake topper scelto con minuziosa perizia, i nastrini usati per le bomboniere, un sacchetto di riso sopravvissuto al lancio, insomma, tutto diventa feticcio di una giornata dedicata alla consacrazione dell’amore. Per non parlare dell’abito poi, scelto con il cuore, quell’abito che ci ha fatto piangere, sognare, che ci ha reso così speciali per quell’unico giorno in cui lo potremo indossare…e se quel vestito potesse regalare tutte queste sensazioni anche a chi non se lo può permettere?

Oggi vi parlo di: Da sposa a sposa insieme per realizzare un sogno.

1

Si apre così la pagina web del progetto Cesvi che trovate a questo link https://www.cesvi.org/news/tajikistan-da-sposa-a-sposa

“Il giorno più importante della tua vita può diventare doppiamente speciale. Grazie all’iniziativa del Cesvi, il tuo abito da sposa aiuterà una donna tajika a realizzare il suo matrimonio da sogno.”

Per partecipare basta portare/inviare il proprio vestito da sposa al Cesvi: via Broseta 68/a – 24128 Bergamo. Per maggiori informazioni è possibile inviare una mail a dasposasposa@cesvi.org

In Tajikistan il costo per il noleggio del vestito nuziale varia tra i 50 e 300$, mentre il costo dell’intera cerimonia si aggira intorno ai 3.000$. Un costo elevato, se si pensa che lo stipendio mensile a Dushanbe (capitale del Tajikistan) in media non supera gli 83$.

“L’idea è quella di portare i vestiti che le spose italiane ci doneranno in Tajikistan, per poi rimetterli a modello nelle nostre cooperative femminili” spiega Enrico Baccioni, responsabile Cesvi per il Tajikistan, “con questo progetto vogliamo aiutare le spose tajike che vivono nei villaggi a noleggiare un abito da sposa evitando il costo del lungo viaggio verso la città, e al tempo stesso puntiamo a sostenere le donne che lavorano nelle cooperative” termina Baccioni.  

La prima spedizione di vestiti è in programma sabato 2 agosto, giorno di partenza del progetto Silk Road Race: un viaggio avventuroso e solidale di tre settimane alla scoperta della via della seta.

Questa iniziativa da anni sostiene il Cesvi e i suoi progetti in Tajikistan.

Allora che facciamo? spediamo?

Che fine ha fatto Kate Fretti, la fidanzata di Marco Simoncelli

Richiamate capsule Dolce Gusto a marchio Conad e Meseta

Viaggia con la suocera nel bagagliaio

Enzo Di Felice: muore in macchina davanti l'ospedale mentre attende il ricovero

Gli avvocati di Daniele Mondello: "Lividi e ferite sul corpo di Viviana"

Primo caso Coronavirus in Puglia

Pescara, bimbo di 19 mesi morto, era affetto da una patologia: donati gli organi