Esplorando la Patagonia argentina: incontri ravvicinati con balene e leoni marini a Puerto Madryn

Snorkeling con leoni marini e nuotata con le balene sono solo alcune delle cose che si possono vivere a Puerto Madryn, nella Patagonia argentina. Con una natura incontaminata e cieli stellati che fanno da sfondo.

Durante il mio periodo di scambio universitario a Buenos Aires ho approfittato di ogni singolo momento libero per esplorare il Sud America, e in particolare la Patagonia argentina.

L’ultima settimana prima di rientrare a casa a Roma volevo chiuderla in bellezza, così sono andata nell’agenzia di viaggi a Buenos Aires per preparare la mia ultima (per il momento) avventura sudamericana. Lì la mia attenzione era stata attirata da un cartello con una grande coda di balena accanto alla scritta “Puerto Madryn – Patagonia”.

Sinceramente quell’immagine non mi attirava granchè, quante volte già mi ero fatta convincere da cartelli del tipo “Avvistamenti di delfini” o quant’altro, spesso deludenti. Inoltre ero già stata due mesi prima in un’altra zona della Patagonia e quindi da un lato avevo voglia di cambiare “clima”. Ma questa volta qualcosa dentro di me mi diceva di dare una chance a quella promessa. E se fosse stato vero che avrei visto una balena??

Mentre lasciavo l’agenzia con i biglietti del pullman per Puerto Madryn in mano, l’anziano signore all’agenzia mi salutava così nel suo marcato accento argentino: “Non solo vedrai le balene, ma ti stuferai di vederle”.

Puerto Madryn

Puerto Madryn si trova nella regione argentina del Chubut, parte della Patagonia. Io amo la Patagonia, potrei andarci mille volte e non stancarmi mai: immensa area nell’estremo sud dell’America Latina condivisa da Chile e Argentina, con un clima freddo e ventoso, è una parte di mondo unica nel suo genere. Quella particolare terra arida stepposa ti da la sensazione di stare lontanissimo da tutto e da tutti, in mezzo alla natura più incontaminata.

A ridosso dell’oceano atlantico, durante secoli a Puerto Madryn e nella zona circostante si è data la caccia spietata alle balene, ma fortunatamente dal 1986 tale attività è stata proibita da un organismo internazionale. Ogni anno nel periodo che va da giugno a dicembre, centinaia di balene franche australi migrano dalle fredde invernali acque del sud in direzione di acque piu miti in cui riprodursi.

In altri periodi dell’anno invece è possibile incontrare orche, delfini, e pinguini. A seconda dell’animale che più amate, quindi, informatevi bene prima di partire qual è il periodo giusto per incontrarlo!!

Avvistamento di balene a Puerto Madryn

Arrivata a Puerto Madryn ho voluto immediatamente vedere la spiaggia, e mai avrei pensato che camminando sul molo del porto avrei avvistato diverse balene proprio nella baia. Di giorno le vedevo lì che nuotavano e saltavano, spesso insieme ad altre due o tre compagne, vicino alle barchette del corso di vela; di notte mia bastava passeggiare sul molo per assistere agli abbracci e i giochi che coppie di balene mi regalavano proprio sotto al molo, a tre metri di distanza.

Balene, dal molo di Puerto Madryn

Balene, viste dal molo di Puerto Madryn

Il modo migliore per apprezzarle, comunque, è sicuramente dalla spiaggia di El Doradillo. A venti minuti di macchina a nord di Puerto Madryn, questa lunga spiaggia ha una particolarità: diventa profonda molto in fretta ed il fondale è ciottoloso, ideale per far sì che le balene si avvicinino anche a 4-5 metri dalla riva, rotolandosi sui sassi del fondale per dei “grattini”. Troppo bello quando la mamma si avvicina con il piccolo. Chiunque è libero di entrare in acqua insieme a loro, e ovviamente non ho potuto tirarmi indietro… ma occhio alle temperature dell’acqua se non si possiede una muta!

1000494_683611664998695_184743586_n

Balene dalla spiaggia di El Doradillo

1017524_683611318332063_42072840_n

Sembra una ma sono due, mamma e piccolo rotolando sulla spiaggia El Doradillo

IMG_4002

68328_683611271665401_1685267927_n

Balena femmina che sbatte la coda sull’acqua per richiamare l’attenzione dei maschi

In questa baia ne avrò viste decine e decine, vicino alla riva e lontano, con i cuccioli e senza, che davano codate sull’acqua al largo oppure che si rotolavano di fronte alla riva. Purtroppo il tasso di mortalità nei piccoli di balena è molto alta, e camminando lungo la spiaggia non sono mancati gli incontri più “spiacevoli”.

"Piccolo" di balena purtroppo non sopravvissuto

“Piccolo” di balena purtroppo non sopravvissuto

Un altro modo per apprezzare le balene è di farlo a bordo di un gommone in mare aperto, cosa che si può fare da Puerto Piramides. Puerto Piramides merita anche di spenderci una notte, per la quantità di stelle e le albe che difficilmente ho visto altrove.

1004788_683609984998863_854722605_n

935041_683610231665505_420017674_n

Puerto Piramides all’alba

72212_683610641665464_72778907_n

Navigando da Puerto Piramides

941268_683610568332138_447663299_n

1010052_683610731665455_1068531635_n

Dalla barca al largo di Puerto Piramides

1004809_683610644998797_1908125469_n

Snorkeling nella colonia di leoni marini

Le balene non sono gli unici animali che si possono trovare nella zona di Puerto Madryn nel periodo in cui sono stata io. A luglio, infatti, i leoni marini si riproducono nelle loro colonie che pertanto si riempiono di cuccioli.

In compagnia di un tour operator locale, che mi ha dato le attrezzature necessarie (indispensabile la muta spessa 5 mm), mi sono goduta la nuotata più bella della mia vita. Cuccioli così scatenati che ti saltavano addosso più alla volta, ti tiravano insieme a loro in acqua, e ti mordevano la muta. Mozzafiato.

580272_683613324998529_850924365_n

Trovate l’intrusa

1002539_683612811665247_1778285230_n

Tanti leoni marini e, a sinistra in sottofondo, io in mezzo a loro!

Si può scegliere tra snorkeling e scuba diving. Io ho preferito lo snorkeling, cioè maschera e boccaglio, niente bombola. Preferivo godermi i leoni marini liberamente senza il peso della bombola, ma ovviamente sono preferenze personali!

1003278_10151562496022914_669849162_n

In ogni caso a Puerto Madryn potrete vedere leoni marini anche in spiaggia o dal molo…e dopo un paio di giorni vi sembrerà la cosa più naturale del mondo!

Insomma, questa meravigliosa immersione nella natura è stata proprio una bella sorpresa, che mi ha davvero fatto chiudere in bellezza il mio semestre in America Latina. Una tappa che consiglio vivamente agli amanti degli animali e della natura!

73310_683610964998765_1695043602_n

Peninsula Valdés, vicino Puerto Madryn, da cui nel periodo giusto si possono facilmente vedere anche orche

1009799_683610554998806_106845384_n

Alla scoperta dell'Arcipelago della Maddalena, luogo da sogno in Sardegna

Azzurri e cristallini: sono i Capelli di Venere in Cilento, un luogo magico

Borghi più belli del Piemonte, guida ai paesi mozzafiato della regione

Borghi più belli del Veneto: una guida ai paesi più spettacolari della regione

Borghi più belli della Liguria, guida ai paesi mozzafiato della regione

Borghi più belli della Valle d'Aosta, guida ai paesi mozzafiato della regione

I campeggi più strani e glamour del mondo