Festa della Donna: istruzioni per l’uso

Cosa ci piace, cosa no, come soppravviverci...

Se il vostro 8 marzo è all’insegna della polemica, qui sono elencate 5 brutali realtà di una giornata che lascia la bocca amara…
1- le mimose puzzano, sporcano parecchio e non si può farne un vero e proprio mazzo: sarebbe alquanto difficile e risulterebbe bruttarello

...bruttarello e puzzolente... potevano scegliere un fiore migliore per festeggiarci!
Bruttarello e puzzolente: potevano scegliere un fiore migliore per festeggiarci!

2- visto che le donne amano essere festeggiate, anche quando se la tirano da intellettualoide e fingano non piaccia loro avere a che fare con le feste dedicate, perché “…non esiste una FESTA DELL’UOMO, quindi festeggiare quella DELLA DONNA, è sessista!”; dubito fortemente che se ci si presenta col regalo giusto, verrete sputati!
Ergo, ometti belli, prendete il vostro donnino del caso e celebratelo con un regalo gradito. Per me sarebbe un bel buono di libreria.

3- se, il fatto che vi facciano un regalo, lo trovate un atto di maschilismo puro, potete scegliere di indirizzare a me i doni che vi fanno [ma tenetevi fiori e piante…], che io sono decisamente meno sofista…

4- gli spogliarelli dell’8 marzo sono patetici, tristissimi, sminuenti e degradanti, ma fanno anche molto ridere, specialmente in quei casi in cui vi ci si partecipa, senza che quella sia l’unica uscita senza maschietti che si fa durante l’anno. Non vergognatevi quindi, oh donne, di partecipare allo strappo di calzone sul davanti di un gruppo di nerboruti fanciulli, in stile “Magic Mike”, che non vi è nulla di male nel divertimento di bassa lega, in compagnia delle amiche!

 

5- prendere una scusa per uscire, va bene anche l’8 marzo, e non vi rende una mandria di sciocche Raperonzolo, basta selezionare l’intrattenimento migliore. Dato che al cinema è appena uscito “Suffragette“, credo ci siano poche soluzioni altrettanto femministe, di trascorrere la contestatissima festa della donna, senza fare la parte delle donnicciole!

l'occasione perfetta per un bel film
L’occasione perfetta per un bel film

Sono partita subito a spron battuto, per stroncare e mettere in luce gli atteggiamenti dell’ennesima ricorrenza tanto svilita e contestata.
Che cosa ne pensiate non lo so, popolo di vagine alla lettura, ma io, ormai, dovreste saperlo: raramentissimamente mi ergo a priori contro la possibilità di ricevere auguri e regali, manco il 6 gennaio, in occasione della Befana mi sento esente o offesa, da eventuali festeggiamenti… fate voi!

Comunque, so che molti spiriti sensibilissimi si sentono turbati alquanto dal sessismo palese di questa giornata, quindi suggerisco di festeggiarla, mettendo la vostra unicità senza retorica, avanti tutto e tutti, che così pare si facciano assai meno danni… pare…

Credo, tuttavia, domani possa essere l’occasione perfetta per celebrare le donne che più vi stanno a cuore, fosse anche che “queste donne” siete voi stesse, rendendo quello che pare essere un giorno misogino, come un giorno di suprema solidarietà femminile.

Con piccoli accorgimenti palesemente GIRLS POWER!

1- prendete un caffè con un’amica e aggiungete un dolcetto mina dieta.

dolcetti in linea con la giornata...
Dolcetti in linea con la giornata…

2- andate dal parrucchiere e cambiate look.

3- andate in ufficio con tacchi alti e trucco curato.

4- chiamate vostra madre e organizzate la pausa pranzo in un bistrot carino e accogliente.

5- prenotate un weekend alla beauty farm, con le vostre stressatissime amiche.

6- dedicate un’ora intera a colorare un album per adulti, di quelli che sicuramente avete ricevuto per Natale, perché era il regalo di punta e ancora non avete nemmeno aperto.

7- iscrivetevi a un inutile corso molto molto rosa: taglio e cucito, produzione di saponi home made, massaggio ayurvedico…

8- regalatevi un massaggio completo da una brava estetista, che vi rilasserà e farà della vostra pelle un velluto.

un bel momento di relax... perché no?
Un bel momento di relax… perché no?

9- abbiate il coraggio di andare a cena da sole, in compagnia di un libro o di una rivista. Ordinate piatti deliziosi e fatelo in tutta calma, dimentiche delle persone che potrebbero guardarvi con curiosità: alla fine, trovate il tempo di un giro di shopping o di andare a vedere una mostra; sempre tutto sole solette: sarà naturalmente ringalluzzente…

10- fatevi un regalone che vi faccia stare bene o comprate qualche piccolo pensierino per le amiche più care, ma, ribadisco, evitate come peste la mimosa!

Non sono che cose banali, a uso e consumo di una ricerca di serenità…
E non trovate, per questo, siano bellissime idee!?