Premio Donna Speciale 2013 assegnato ad Inge Feltrinelli

Ad Inge Feltrinelli è stato assegnato il premio Donna speciale 2013 per  “l’impegno, la passione e la fiducia nella forza della cultura e della cultura del libro, quale unica voce di saggezza, verità e umanità”.
Di certo in molti sanno chi è Inge Feltrinelli, altri riconoscono il suo cognome come quello delle tante librerie sparse sull’intero territorio italiano, altri ahimè, non sanno chi è Inge Feltrinelli.  Questo è il racconto di una donna che continua a lavorare per sfornare talenti della letteratura, una donna impegnata nel sociale con la fondazione dedicata a suo marito Giangiacomo Feltrinelli, una donna che ha vissuto rischiando molto ma che rischiando ha scoperto il sapore della vita e la profondità della paura.

La vita di questa protagonista della storia nel Novecento non possiamo semplicemente inserirla nella realtà italiana perché Inge è al secolo Inge Schoenthal, i suoi natali dunque sono da ritrovarsi nella Germania dell’epoca nazista. Divenuta una giovane donna con la sete di sapere e di conoscere Inge gira il mondo con la sua macchina fotografia che nel giro di poco tempo le regala enormi soddisfazioni. Fotografa infatti, i più grandi personaggi dell’epoca da Hemingway a Kennedy passando per Fidel Castro e poi ancora Picasso, Churchill ed Elia Kazan.

castro e feltrinelli

inge and Hemingway

Questa è una foto rimasta nella storia perché l’immagine di Hemingway, che era già avanti con l’età, stride di fianco ad un’avvenente Inge che con i calzoncini corti ed un sorriso abbagliante che rivendica tutta la sua giovane età!

Circa 5 anni dopo questa foto Inge farà l’incontro che cambierà totalmente la sua vita. Ad un party incontra Giangiacomo Feltrinelli e quella sera stessa vanno via assieme passando l’intera notte a parlare. Inge definisce suo marito “un antifascista militante a cui interessavano gli scrittori, gli intellettuali, i politici”, “un combattente che anelava al cambiamento”.

Una delle frasi più belle che ha detto su Giangiacomo a parer mio è: “un uomo che, alle volte, si vergognava di essere visto come multimiliardario”. Una frase questa, che dovrebbe far riflettere sul vero senso della vita e sul valore che ognuno di noi dovrebbe dare ai soldi. Ormai l’apparenza vale molto di più della sostanza ma non per persone come Inge Feltrinelli, che ha seguito suo marito in ogni sua scelta. Per lui ha vissuto all’inizio un amore clandestino essendo lui ancora sposato, ha poi accettato le sue idee politiche e la sua militanza e ne  ha raccolto, infine, l’eredità facendo crescere in maniera esponenziale la sua casa editrice, curando personalmente ogni rapporto con gli scrittori.

inge-film-un-immagine-di-inge-feltrinelli-accanto-ad-erri-de-luca-178607

 Qui di fianco Inge è con Erri De Luca,  che ha scritto, tra i tanti libri:”Il peso della farfalla” e  “La doppia vita dei numeri” uscito lo scorso anno. I suoi libri sono editi da Feltrinelli dal 1989.

inge-feltrinelli

In questa foto  siamo a New York, anzi Inge è a New York molto prima di incontrare Giangiacomo, nel periodo del suo tour da fotoreporter. Questa è anche la foto ripresa come copertina del cofanetto libro+dvd edito da Feltrinelli-Real Cinema intitolato Inge Film, nel quale potrete trovare un intervista ad Inge Feltrinelli.

Mi piace l’idea di chiudere questo articolo con una foto romantica e scanzonata nella quale ritrovo amore e passione per la vita, quello che ha contraddistinto l’esistenza di Giangiacomo e Inge Feltrinelli.

Inge e Giangiacomo Feltrinelli venividivici

L'ex Miss America e attrice Leanza Cornett è morta a 49 anni

Lockdown soft entro il 10 novembre: cosa prevede

Luca Argentero e Cristina Marino indignati: "Hanno pubblicato Nina"

Covid Campania, nuova ordinanza: chiuse anche materne e asili nido. Arzano sempre zona rossa

Rimini, bimbo di 9 anni morto: il messaggio della società sportiva

Giuseppe Conte: "Siamo nello scenario 3. Poi c'è solo il lockdown totale"

Scenario 4, rischio sempre più concreto per l'Italia: in cosa consiste, le limitazioni previste