L’ostetrica, una figura importante e poco conosciuta

Al "Club Primi Passi" abbiamo incontrato l'ostetrica e per qualcuna è stata una novità assoluta.

ostetrica

In una società dove la gravidanza è molto medicalizzata, la figura dell’ostetrica è spesso una figura sconosciuta e sottovalutata. Credevo che la mia gravidanza sarebbe stata seguita da quello che era il mio ginecologo da 6 anni, primario in una nota struttura della zona. E invece il rapporto di fiducia costruito negli anni si è incrinato in un pomeriggio, e ho scoperto il magico mondo del consultorio.

Al consultorio la gravidanza viene seguita solo ed esclusivamente dalle ostetriche. A meno che la gravidanza non prenda una brutta piega. Nel mio caso una ostetrica mi ha seguita per tutto il periodo, con lei si è instaurato un rapporto di stima e di fiducia, mi ha aiutato anche dal profilo psicologico, e il rapporto è continuato anche dopo la nascita del bambino, attraverso l’ambulatorio dell’allattamento. La ginecologa l’ho vista solo per le ecografie, che sono solo tre quelle importanti, secondo le linee guida del ministero della salute.

Ogni mese invece l’ostetrica prenotava e ricordava le analisi da fare, le faceva controllare dalla ginecologa, e controllava il battito del mio bambino attraverso uno strumento manuale, poco invasivo.

Al Club Primi Passi, dedicato alle neomamme con bambini fino a 12 mesi, l’ostetrica è venuta a parlarci di allattamento e contraccezione.

Una mamma lo sa che allattare, anche se universalmente naturale, non è un’attività semplice. Possono insorgere dei problemi legati all’allattamento: può capitare che il bambino non si “attacchi” o che conquistata la posizione non molli la mamma nemmeno dopo un paio di ore. E poi possono insorgere alcune patologie: mastite, ragadi, ingorgo.

L’ostetrica ha introdotto l’argomento e risposto alle nostre domande, dispensando consigli e piccole soluzioni, a volte banali, ma che l’inesperienza non ci fa vedere.
Ho trovato utilissimo vedere la giusta postura per allattare: schiena dritta, quindi ben appoggiata ad uno schienale, se necessario con un paio di cuscini dietro la schiena, bambino adagiato sul cuscino allattamento e un gradino sotto i piedi. Un vero toccasana per schiena e braccia.

allattamento-posizione

Ci ha poi illustrato i sistemi contraccettivi da utilizzare in allattamento, chiarendo due punti importanti:

  1. durante il periodo dell’allattamento si può rimanere incinta pur non avendo ancora il ciclo
  2. durante il periodo dell’allattamento si possono utilizzare sistemi contraccettivi.

Ovviamente ci ha illustrato i sistemi che sembrano non idonei al periodo. Si può scegliere fra la spirale ormonale, che dura dai 3 ai 5 anni, o la spirale in rame che dura fino a 10 anni. Oppure esiste la mini-pillola a basso rilascio ormonale che deve deve essere utilizzata senza interruzione, scatola dopo scatola, fino alla comparsa della prima mestruazione. O ancora può essere fatta una iniezione che contiene un progestinico ad effetto prolungato, che dura tre mesi.

Ho letto molte critiche nei confronti delle ostetriche, che soprattutto in fase travaglio-parto non supporterebbero nel migliore dei modi le future mamme, risultando spesso fredde e distaccate, e contemporaneamente l’ascesa della figura della doula. La mia esperienza è stata invece molto positiva, e quando posso, consiglio a tutte le future mamme della zona di rivolgersi al consultorio. Che oltre a funzionare molto bene è un servizio completamente gratuito, aspetto da non sottovalutare.

I medici le dissero che quello che aveva nella pancia non era possibile. Ma al momento del parto furono costretti a rimangiarsi le parole

Maya la bimba nata con una folta chioma: tutti sono rimasti stupiti

Per 40 anni ha provato ad avere figli, ma il fato ha voluto che avesse una coppia di gemelli proprio adesso, alla sua sua avanzata età

Cos’è l’adolescenza, quando inizia e come gestire i problemi

La storia di Rachel

Le macchie blu sul tappeto di Jacob ricordano qualcosa a sua madre

Se il bambino si toglie la coperta mentre dorme, cosa fare?