Natale: lo stress per i regali e l’ansia da prestazione

Duracell insieme all' Istituto di Ricerca Human Highway hanno condotto una ricerca per scoprire come gli italiani vivono il Natale.

Arriva il Natale, ed invece di portare con se festa, gioia, allegria, speranza e buoni propositi per trascorrere queste festività in famiglia tra brindisi e racconti divertenti, noi cosa facciamo? Riproponiamo una corsa all’oro, solo che ogni anno non cerchiamo pepite o terreni da colonizzare, bensì, andiamo all’affannosa ricerca del regalo perfetto, quello che soddisfi le aspettative e non ci faccia fare brutte figure. Insomma, questo Natale sta perdendo un po’ della sua vera essenza, ma in fondo in fondo, questo si è perso ormai da diverse generazioni.

A sostegno di ciò, ovvero che abbiamo ansia quando pensiamo al Natale, Duracell, in collaborazione con l’Istituto di Ricerca Human Highway, ha chiesto agli italiani come vivono il Natale e quali sono le loro paure.

Il dato più interessante è che la maggior parte dei genitori teme il momento in cui il giocattolo acquistato non si potrà utilizzare subito perché non ha le batterie incluse! E ammettetelo, in quanti di voi hanno sempre a disposizione le pile giuste per il dispositivo giusto? Siate sinceri!
Una volta scartato il gioco il 33% dei bambini mette il muso, il 25% lo abbandona non considerandolo più e per il 16% inizia una crisi di pianto!
Immaginate lo stress del povero papà che ha fatto la fila ai negozi di giochi e ha elargito spintoni o sgambetti per accaparrarsi l’ultimo supereroe_parlante_che_si_muove_e_dice_10_frasi_in_24_lingue_differenti.
La ricerca però mostra che c’è l’ansia pre natalizia e quella natalizia. Vediamo i dati.
Le ansie assalgono gli italiani già molto tempo prima del Natale:
– 1° posto: la corsa ai regali
– 2° posto: l’ansia di far quadrare i conti accontentando tutti  
– 3° posto: l’ansia di sopravvivere al traffico impazzito 
Spaventa inoltre il dovere organizzare cene e aperitivi per salutare tutti, come se il mondo stesse per finire: colleghi, conoscenti, amanti.
A sostegno di questi dati, ci sono delle immagini che parlano molto più di mille dati…

ansia per il natale

natale stress

post-corsa ai regali lo stress non accenna a diminuire minimamente: 
– 1° posto: telefonare al parente che non si sente dallo scorso Natale, e un motivo ci sarà! 
– 2° posto: non poter ricambiare un regalo inaspettato 
– 3° posto: l’appuntamento con tutta la famiglia allargata riunita attorno al tavolo..tipica ansia da prestazione familiare.

stress da regali

corsa ai regali di natale

Come giustamente l’ultima vignetta riporta, non ci possono di certo semplificare le feste evitando assalti familiari, abbuffate mangerecce o evitarci figure strane con i nostri amici mentre ricicliamo i regali, ma ad una cosa ci pensano loro, possono far si che i nostri figli possano giocare in serenità con i loro regali senza avere sulle spalle la scimmia accusatrice che ci addita per non aver preso le pile per la macchina radiocomandata o per il megarobot gigante dalle mille luci o per la bambola parlante da pettinare e con la quale interloquire. Insomma, questi auguri natalizi di Duracell ci piacciono e sono tanto veri quanto utili! ;)

Buona pila a tutti ehm, volevo dire, Buon Natale a tutti!

Se fai queste 6 cose su WhatsApp rischi di finire in carcere

5 profili instagram da seguire se ami il DIY

Facebook Messenger, il dettaglio non sfugge agli utenti: le ragioni del cambiamento

Alberi di Natale e decorazioni originali: dove acquistarli online

Auricolari: perché pulirli e come farlo in poche mosse

Come giocare a nascondino con la realtà aumentata

Wallpaper e schermi smartphone