Primi passi: il corso per bimbi e mamme, diario del 2° incontro

Continua l'interessante e stimolante avventura in compagnia del piccolo Niccolò al corso aperto alle neo-mamme

Vi ho già raccontato di quanto abbia trovato stimolante e piacevole frequentare il corso Primi passi organizzato dal Centro Famiglie del mio Comune di residenza.
Aggiungo che ho atteso con ansia il secondo incontro, pregustando il momento in cui sia io che Niccolò possiamo concederci dello svago, senza dividerci, e senza stare chiusi nel nostro confortevole guscio.

Al secondo incontro, dopo la colazione offerta dalle tate e le chiacchiere con le mamme, ci hanno parlato del Massaggio A.I.M.I. [Associazione Italiana Massaggio Infantile]. Una delle tate presenti al centro ha seguito il corso, e insieme al suo bambolotto Cesare, ci ha introdotte in questo mondo.
Se si cerca Cos’è il massaggio la frase di incipit dice molto: Il massaggio del bambino non è una tecnica, è un modo di stare con il proprio bambino. Personalmente dopo il bagnetto idrato sempre la pelle di Niccolò con dell’olio di mandorle dolci, massaggiandolo nel modo che ritengo migliore per far assorbire l’olio, ma anche per farci una coccola. Scrivo farci perché anche io mi rilasso, e cerco di ricreare quel contatto che per nove mesi abbiamo condiviso, mentre era nella mia pancia.

I benefici sono innegabili, e solo provando si riesce a comprendere la lunga lista presente nella pagina dedicata:

  • Favorisce uno stato di benessere nel bambino
  • Aiuta il bambino a scaricare e dare sollievo alle tensioni provocate da situazioni nuove, stress o piccoli malesseri
  • Favorisce il rilassamento del bambino
  • Stimola, fortifica e regolarizza il sistema circolatorio, respiratorio, muscolare, immunitario e gastro-intestinale e così previene e dà sollievo al disagio delle coliche gassose
  • Può prevenire e dare sollievo al disagio provocato dalle coliche gassose
  • Può rivelarsi un buon sostegno nei disturbi del ritmo sonno-veglia
  • Favorisce nel bambino la conoscenza delle varie parti del corpo sostenendo lo sviluppo dell’immagine di sé, così da far sentire il bambino aperto, sostenuto ed amato
  • Favorisce il legame di attaccamento e rafforza la relazione genitore-bambino
  • E’ un’esperienza di profondo contatto affettivo tra genitori e bambino, che favorisce il rilassamento di entrambi
  • Nutre e sostiene nell’arte di essere genitori

Così per quattro incontri l’abbigliamento comodo, con tuta e calze antiscivolo, è fortemente consigliato, per potersi sedere per terra, nella posizione che riteniamo più comoda, per coccolare i nostri bimbi senza pensare a crampi o doloretti vari.
Ci hanno anche fornito la sequenza dei movimenti da eseguire, che abbiamo potuto portare a casa, per poterlo imparare per bene e continuare l’esperienza anche fuori dal centro.

IMG_0318

L’inizio del massaggio è importantissimo, si entra in contatto con il bambino, e bisogna farlo con dolcezza e per gradi. Prima di tutto bisogna spogliarlo completamente [pannolino compreso], ungersi ben bene le mani portandole all’altezza dei suoi occhi, e contemporaneamente chiedergli il permesso di poterlo massaggiare. Solo a questo punto si appoggiano le mani sulle sue coscette il tempo necessario per abituarlo al contatto, e si procede con la sequenza.

Ho notato che i bambini di pochi mesi presenti si fanno massaggiare più facilmente di quelli un po’ più grandicelli, come il mio, che ad 8 mesi invece di starsene rilassato e tranquillo sdraiato sul materassino, tentava di alzarsi un continuazione.
Comunque abbiamo quattro incontri per perfezionare la tecnica, e chissà che anche Niccolò non si concentri su di me invece che sugli stimoli intorno.

Vede un senzatetto rovistare nell'immondizia e decide di portargli un pezzo di pizza. Subito dopo la donna scopre la più grande sorpresa della sua vita.

Oroscopo, i 5 segni dello zodiaco che tradiscono più degli altri

Una divertentissima imitazione di belen

I 3 segni zodiacali più vendicativi

Le 10 foto più belle del 2018

Oroscopo: i 5 segni dello zodiaco che profumano di soldi

Vado a vivere da solo, Nord VS Sud