Quando la favola di Natale finisce

4 modi per dire a tuo figlio che Babbo Natale non esiste

Anche quest’ anno, cari mamma e papa’, la letterina dei desideri dei nostri bimbi, e’ stata scritta e spedita al Babbo di tutti i Babbi.
Cosi per qualcuno, la sera del 24 di dicembre, Babbo Natale, bussera’ alla porta con il suo grosso pancione e una sacca piena di regali, per qualcun’ altro, invece, fara’ trovare i regali accanto all’ albero di Natale, il mattino del 25.

Ora, qualunque sia la dinamica, certo e’, che, ogni anno, in questo periodo, qualcosa di speciale sta per accadere per i nostri bambini ed e’ forse questo, che rende magico il Natale per le mamme ed i papa’.

Cosi ha inizio la favola che ogni bambino attende con ansia e che per noi genitori si traduce, invece, in acquisti frenetici da fare di nascosto dai nostri piccoli e nella ricerca dei posti piu’ impensabili della casa, per poter nascondere i regali.

Ebbene si questo e’ cio’ che accade da sempre per i nostri bambini: ogni anno, tutti gli anni e chissa’ ancora per quanto tempo.

Ma vi siete mai chiesti quando arrivera’ il momento che i nostri bambini smetteranno di credere alla favola di Natale, o meglio, vi siete mai chiesti se ci sia un’ eta’, in cui, dovremmo confessare loro, che , dietro questa grande attesa si nasconde, invece, il sacrificio ed il lavoro di un genitore che fa di tutto per poter vedere felice il proprio figlio.

Secondo la letteratura della psicologia dell’eta’ evolutiva, non esiste una precisa eta’ per cui i bambini dovrebbero sapere che Babbo Natale non esiste.

La fase delle domande puo’ avvenire a qualsiasi eta’, sta a noi, poi, decidere cosa fare con quelle domande in modo tale da guidare nostro figlio a scoprire la verita’ dietro la favola, senza che abbia un effetto traumatico.

Ora, secondo, quanto, la psicologia evolutiva infantile, racconta, i bambini tra i 5-6 anni, utilizzano ancora molto, il “pensiero magico”.

Successivamente il “pensiero magico”, lascera’ poi spazio al “pensiero logico”.

In questa fase, che va dai 7 anni in poi, i concetti logici e razionali vengono accolti e compresi meglio dal bambino.

Durante questa fase, che rappresenta in qualche modo un “ponte”, tra una fase ed un’ altra, potrebbe essere un buon momento per sedersi con il proprio figlio e svelare la verita’ su Babbo Natale.

Ma come raccontare questa verita’?

Esiste un modo che rende questa spiacevole verita’ piu’ facile da essere accettata?

Io,penso di si e ne ho elencati, per voi, diversi.

Scopriamo insieme quali sono.

4 modi per dire a tuo figlio che Babbo Natale non esiste

1. Dite a vostro figlio in modo schietto che Babbo Natale non esiste ed assicuratelo che continuera’ a ricevere i suoi regali.

Forse non e’ proprio la miglior soluzione, poiche’ questo potra’ portare  il bambino a piangere ed urlare.

Meglio preparare una scorta di cioccolata, non si sa mai!

Come-risparmiare-in-vista-dei-regali-di-Natale

2. Chiedete ai fratelli o le sorelle maggiori di farlo al posto vostro.

In questo modo non sarete voi a spezzare il cuore di vostro figlio: il problema e’ che dovrete affrontare le sue lamentele, in un secondo momento!

3. Scrivete una lettera da parte di Babbo Natale.

In questa lettera, Babbo Natale, spieghera’ che e’ diventato troppo vecchio per consegnare i regali, per cui deleghera’ i genitori, i quali consegneranno i regali d’ ora in avanti.

Per quei bambini piu’ svegli, che sono in grado di riconoscere l’ortografia del proprio genitore, vi consiglio di scrivere al computer o a macchina (sempre se ne abbiate una).

santa_claus_mmm

4. Raccontare la leggenda da cui prende spunto il personaggio di Babbo Natale.

Babbo Natale, infatti,  nasce da un personaggio realmente esistito che visse nel 300 d.c. circa: San Nicola di Mira, vescovo della citta’ di Myra, antica citta’ della Turchia.

La leggenda racconta che San Nicola nacque da una famiglia molto ricca e rimase orfano quando i genitori morirono di peste.

Divento’ prete alla giovane eta’ di 17 anni e regalo’ tutte le sue ricchezze ai bambini piu’ poveri della sua citta’ natale.

Viene infatti ricordato come colui che fu sempre vicino ai bambini.

Al di la’ dell’aspetto religioso della leggenda, la storia conserva una sua particolare magia: la magia di un’ antica favola.

Ora, che i nostri figli sono pronti ad ascoltare la verita’ su Babbo Natale, vi starete, invece, chiedendo, se, sarete voi, pronti, a svelare la verita’ dietro la favola.

In fondo, lo sappiamo bene, che quando smettono di credere alle favole, cominciano, anche un po’, a crescere e andar via da noi.

Vede un senzatetto rovistare nell'immondizia e decide di portargli un pezzo di pizza. Subito dopo la donna scopre la più grande sorpresa della sua vita.

Oroscopo, i 5 segni dello zodiaco che tradiscono più degli altri

Una divertentissima imitazione di belen

I 3 segni zodiacali più vendicativi

Le 10 foto più belle del 2018

Oroscopo: i 5 segni dello zodiaco che profumano di soldi

Vado a vivere da solo, Nord VS Sud