Risotto al pompelmo rosa: una dedica speciale a tutte le donne

La mia campagna personale contro la violenza sulle donne.

Un inno alla delicatezza.

Un inno alla fragilità.

Un inno alla naturalezza.

Un inno alla libertà.

Un inno alla forza.

Dedicato a tutte le donne del mondo, nere, gialle, bianche che siano, o del cui viso il colore non si possa vedere, se non attraverso una rete davanti agli occhi.

Dedicato a chi, di diritti non ne ha, non ne può vantare, o non conosce nemmeno il significato.

Dedicato a chi non ha mai saputo cosa sia la libertà, o non saprà mai cosa sia e cosa ci sia al di fuori della propria porta di casa.

Dedicato al sorriso di ognuna, sempre pronto a dare conforto e sistemare qualsiasi problema.

Dedicato a noi figlie, figliastre, figliocce, mamme, nonne, a chi di figli non ne può avere, a chi di figli non ne vuole avere.

Dedicato a noi donne, sempre presenti, preziose come l’acqua, importanti come la vita, magari un po’ lunatiche, magari un po’ emotive, magari un po’ spendaccione, magari un po’ fuori linea, ma pur sempre donne.. SEMPRE MAGNIFICAMENTE DONNE..

Un abbraccio a tutte..

Mara

Ingredienti per 4 persone:

360 g di riso arborio
2 pompelmi rosa
1 mazzo di asparagi
1 scalogno medio
2 carote
2 coste di sedano
200 g di Parmigiano Reggiano 36 mesi
30 g di burro
q.b. di sale rosa dell’Himalaya, pepe rosa, olio EVO, glassa all’Aceto Balsamico di Modena

Procedimento

Questa ricette è molto semplice. Bisogna preparare il brodo con la carota ed il sedano qualche istante prima (a chi piace anche con la cipolla). Nel frattempo si pelano i pompelmi a vivo, lasciandone 8 fettine da parte ed il resto a cubetti.

Il Parmigiano Reggiano si taglia a scaglie regolari, ricordandosi di prepararne una manciata già grattuggiato.

Si trita lo scalogno e lo si fa imbiondire in padella con una noce di burro e un filo di olio evo; si butta il riso, lo si lascia tostare bene e si comincia ad aggiungere poco alla volta il brodo.

Durante tutta la cottura del riso è opportuno aggiungere di tanto in tanto qualche cubetto di pompelmo, affinché il riso acquisti sia il colore che il sapore del pompelmo( non preoccupatevi dell’acidità del frutto, perché scomparirà).

Nel frattempo bisogna tagliare e lavare le punte di asparagi e lasciarle sbollentare nello stesso brodo del risotto per 3-4 minuti, lasciandole al dente.

A cottura ultimata si manteca il risotto con il Parmigiano grattuggiato, lo si lascia riposare un paio di minuti e gli si dona la forma con il coppapasta.

Si decora ogni piatto con due fettine di pompelmo, un bel mazzetto di asparagi nel centro del risotto, che somiglieranno ad una mazzo di fiori e delle scaglie di Parmigiano Reggiano tutte intorno al risotto come a formare una barriera. Infine si creano dei decori intorno al piatto con della glassa all’Aceto Balsamico di Modena.

Il risotto in rosa è un piatto squisito dai perfetti equilibri: l’amarognolo degli asparagi, il leggero acidulo-dolciastro del pompelmo rosa, la grassezza-dolcezza del Parmigiano Reggiano..Insomma..Perfetto!

Buon appetito fantastiche donne!!

3 modi originali per cucinare le uova

3 modi originali per cucinare le uova

Come cuocere la pasta senza acqua

Come cuocere la pasta senza acqua

Torta all'Acqua, ottima per dimagrire

Torta all'Acqua, ottima per dimagrire

Quanto tempo si conservano le uova sode?

Quanto tempo si conservano le uova sode?

Spaghetti alla carbonara di verdure

Spaghetti alla carbonara di verdure

A Roma c'è un ristorante che serve solo tiramisù

A Roma c'è un ristorante che serve solo tiramisù

Insalata tiepida di alici e patate

Insalata tiepida di alici e patate