È giusto sostituire un pasto con la frutta?

Le false convinzioni "Sono attenta alla linea...io mangio tanta frutta!": giusto o sbagliato?

Amiche Bigodine,

oggi se avete voglia facciamo due chiacchiere…di quelle “vagamentedipinte di rosa…sulla linea, il cibo povero di calorie e la costante paura di non risultare “abbastanza magre“.

Qualche giorno fa mi sono trovata casualmente a pranzo con una cliente.

Aimé io…erroneamente…non faccio pranzo, almeno non un pranzo vero e proprio.

Puntualmente in quella fascia oraria sono in passeggiata con il mio bassotto: un’oretta di piacevolissima camminata rilassante al parco, circondati dal verde, cullati dal cinguettio degli uccellini e dal rumore dell’acqua del fiume vicino, ci allieta tutte le nostre giornate.

Terminato il giro è nuovamente ora di lavorare quindi mi permetto uno yogurt, a volte delle verdurine bollite…d’estate un gelatino (per quello non so come ma riesco sempre a trovare il tempo…).

Quella mattina le cose sono andate in modo un po’ differente e alla fine eccomi seduta al tavolo di un classico bar del centro, con il menu davanti pronta per scegliere qualcosa da mangiare.

Pronta?…bè forse non proprio…il gelato non era artigianale, il panino…proprio no…le verdurine miste…sai che noia…solitamente non sono cosi “rompi scatole” però quando non ci sono cose particolarmente sfiziose, preferisco glissare e qui scatta la conversazione  “folle”.

“Ma cara – dice la mia cliente – non mangi pranzo?!?… ma non mi dire…una attenta come te…che fa questo madornale errore”.

E io: “ehhh…che dire…hai ragione…non bisognerebbe…cerco di recuperare in modo diverso!”

(sempre la cliente…) “questo errore non lo faccio mai! io sono attenta alla mia linea…mangio sempre tantissima frutta…oggi per esempio prendo una bella macedonia…pochissime calorie e il gioco è fatto!”

Ok ok, salterò  il pranzo e si sa, non va molto bene ma tu “cara” mangi la macedonia pensando di ingerire un alimento con pochissime calorie invece stai per mangiare qualcosa che probabilmente light non sarà. In più, senza dubbio mangiare frutta fa molto bene ma, quale? quando?  quanto?

La frutta è un alimento che non dovrebbe mai mancare in qualsiasi tipologia di dieta.

Sappiamo essere ricca di vitamine, fibre e sali minerali e avere in generale un basso contenuto calorico.

Ricordiamoci però che “in generale” è effettivamente l’espressione corretta.

Non tutta la frutta infatti ha poche calorie, in più sarebbe bene fare attenzione alla presenza del fruttosio per via dell’indice glicemico.

Esso infatti durante il processo metabolico viene trasformato in glicogeno ovvero in riserva di energia per il nostro corpo.

Questo accade solo dopo essere passato attraverso il fegato. Ciò significa che una volta saturata la necessità di energia, il fruttosio non viene più trasformato in glicogeno  ma finisce per assumere direttamente la forma di grasso corporeo.

Il melone con le sue pochissime calorie non è di certo molto pericoloso ma con la banana, il kiwi e altri tipi di frutta dobbiamo farci attenzione.

Le mele, le pere, le albicocche e le pesche sono i frutti con minor indice glicemico in assoluto: in questo caso possiamo stare abbastanza serene.

Quali sono quindi le facilissime regole da sapere?

  1. utilizzare la frutta come spuntino tra un pasto e l’altro senza esagerare  optando se possibile per quelle meno caloriche
  2. evitare di consumare la frutta dopo i pasti altrimenti non dovremo lamentarci se dopo ci sentiremo gonfie e appesantite
  3. la macedonia magari anche si…ma non creiamo un mix diabolico. Evitiamo la combinazione classica banana, kiwi, mandarino e uva…altrimenti abbandoniamo l’idea di ingerire poche calorie!
  4. scegliamo frutta “normo-calorica” con meno di 60 Kcal quale:
  • fichi d’india , melemango, mandaranci con 53 Kcal
  • ciliege con 50 Kcal
  • arance, prugne, amarene, pere, dalle 47 alle  40 Kcal
  • albicocche, pesche, lamponi,dalle 39 alle con 30 Kcal
  • a seguire…nespole, papaia, fragole, mele cotogne, cocomeri, meloni, pompelmi, mirtilli  e limoni 

 

Per finire la nostra chiacchierata “dipinta di rosa” vi propongo un altro video tipo quello che abbiamo visto nel mio articolo precedente  dove si parlava di “Cerotto della bellezza” e lo faccio perché, come abbiamo già detto, in estate vogliamo essere tutte più belle e in forma per la prova costume…sicuramente non è un brutto obiettivo…anzi…la voglia di curarsi e di sentirsi in forma è un ottimo proposito!

Ricordatevi però sempre che troppo spesso ci vediamo brutte, perché magari passiamo un momento triste, o siamo insicure per natura o perché abbiamo  insane manie di perfezione (ditemi dove alberga la perfezione senza una ritoccatina di photoshop anche su tutte le foto delle tanto invidiate modelle).

Non vi dico altro amiche Bigodine…guardatevi il video e riflettete (è sempre un ottimo esercizio…)

P.S.

Lasciate stare i commenti che trovate sotto…in questa sede non si intende fare alcun tipo di pubblicità alla marca in questione.

Prendo solo ed esclusivamente in considerazione la questione  e le riflessioni di ordine psicologico.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Banana quando mangiarla e perché

Segno zodiacale, come affrontare una brutta giornata

Effetto Natsubate: significato del termine e cosa fare

Abitudini quotidiane per la felicità

Antinfiammatori naturali per la cervicale: ecco quali sono

Come fare la cacca correttamente

Usi il cellulare al bagno? Ecco perché non dovresti farlo