Come pulire le piastrelle di ceramica

Belle da vedere e facili da far brillare: ecco tutti i segreti su come pulire le piastrelle di ceramica, semplici e sicuramente funzionali

Home > Casa > Come pulire le piastrelle di ceramica

È difficile batterle per bellezza, versatilità e durata, sono perfette per il bagno, per la cucina e per i paraspruzzi e i controsoffitti ma… come pulire le piastrelle di ceramica?

Generalmente non è una cosa difficile, ma richiede una certa dimestichezza. Segui queste linee guida su come pulire le piastrelle di ceramica e vedrai che rimarranno scintillanti per molto tempo.

Elimina i graffi

Anche se sono fatte di un materiale relativamente duro, le piastrelle di ceramica possono graffiarsi. Spazzare o passare l’aspirapolvere regolarmente impedirà allo sporco e ai detriti di rovinare la superficie e di penetrare nello stucco.

Se delle piastrella di ceramica all’ingresso, posiziona uno zerbino sia all’esterno che all’interno e incoraggia la famiglia a pulirsi i piedi.

Lavare le piastrelle settimanalmente

Dopo aver spazzato o passato l’aspirapolvere devi pulire i pavimenti in piastrelle di ceramica almeno una volta alla settimana con una piccola quantità di detergente per piatti delicato, miscelato in acqua calda.

Evita l’uso di una scopa in spugna: tenderebbe a spingere lo sporco dalle piastrelle alle fughe. Meglio usare un mocio, possibilmente in microfibra.

Ricordati che le piastrelle di ceramica possono essere molto scivolose quando sono bagnate, quindi asciuga bene l’area con un asciugamano pulito o rimanere fuori dalla stanza fino a quando non si asciuga completamente per evitare scivolamenti.

Elimina le macchie anche sul momento

Se ti capita di far cadere del latte, del caffè o qualsiasi sostanza macchiante o se per caso ci sono macchie di fango, intervieni prontamente.

Più a lungo la macchia rimarrà sulla piastrella più possibilità ci sono che rimanga macchiata. Evita di rimandare: per eliminare il problema basta inumidire un panno o una scopa con acqua tiepida e un po di detersivo per piatti delicato e strofinare.

Occhio alle fughe

Le fughe sono gli spazi tra una piastrella e l’altra e sono generalmente fatte di malta, una sostanza porosa e spesso bianca o di colore chiaro, quindi incline a sporcarsi. Se la malta ha bisogno di essere pulita, prova a usare una spazzola rigida con acqua calda.

Se non dovesse bastare, prova con aceto e bicarbonato di sodio o diluendo un po’ di perossido d’idrogeno in acqua calda. Se le macchie sono troppo resistenti usa invece la candeggina o pulizia a vapore.