rubinetti

Come pulire lo sporco sotto i rubinetti: i trucchi per evitare le incrostazioni

Trucchi e consigli per pulire lo sporco sotto i rubinetti e farli tornare come nuovi

Come pulire lo sporco sotto i rubinetti? Quali sono i trucchi e i rimedi naturali più efficaci per far brillare i rubinetti? Per pulire i rubinetti e farli tornare come nuovi non servono prodotti chimici e trattamenti specifici, ma solo pazienza, costanza e un po’ di olio di gomito.

Perché i rubinetti si sporcano così tanto

pulire i rubinetti

I rubinetti si rovinano per due motivi principali: l’usura e la durezza dell’acqua. Usare regolarmente i rubinetti significa che l’acqua scorre molto spesso e tutti i residui si depositano e formano una patina opaca oppure delle macchie. Poi entra in gioco anche la durezza dell’acqua perché, più è ricca di sali solubili, maggiore è la quantità di calcare che si formerà.

Il calcare si accumula e si deposita fino a creare delle incrostazioni abbastanza dure che non vanno più via con la semplice acqua. Il calcare non solo forma una patina opaca e antiestetica, ma compromette anche la regolare fuoriuscita dell’acqua dai rubinetti.

Come pulire i rubinetti in modo naturale

pulire i rubinetti

Limone, aceto bianco e bicarbonato sono i migliori alleati per la pulizia dei rubinetti, eliminano lo sporco e il calcare e fanno brillare le superfici. Questi rimedi fai da te, sono economici e di facile reperibilità, ma molto efficaci.

Potete scegliere uno tra questi tre ingredienti e diluirlo con un pochino di acqua. Passate il prodotto sulla superficie da trattare, fate riposare dai 10 ai 30 minuti, e poi sciacquate con cura.

Se volete, potete strofinare il prodotto con una spugnetta o con uno spazzolino da denti con le setole morbide, ma fate attenzione a non graffiare la superficie dei rubinetti.

I rubinetti in acciaio e quelli cromati si possono pulire senza problemi, quelli bronzati sono più delicati, quindi meglio usare solo una spugnetta morbida.

Se le incrostazioni, lo sporco e il calcare sono persistenti, potete usare una combinazione tra aceto e bicarbonato oppure limone e bicarbonato. Aggiungete un po’ di acqua e formate una pasta da applicare sui rubinetti. Lasciate agire e poi sciacquate con cura.

Nel caso il cui il rubinetto sia talmente da sporco da impedire la regolare fuoriuscita dell’acqua, mettete il prodotto in un sacchetto di plastica, fissatelo al rubinetto con degli elastici e lasciate agire per almeno 2 ore.

Alla fine della pulizia, ricordatevi di asciugare i rubinetti con un panno in microfibra, per evitare che il calcare si riformi.

Come prendersi cura dei rubinetti

Il modo migliore per prendersi cura dei rubinetti è prevenire il più possibile la formazione del calcare e fare una pulizia regolare. Non esistono delle tempistiche uguali per tutti, dipende molto dall’acqua del vostro Comune di residenza. Se pulite con rubinetti una volta al mese, è più che sufficiente.

Fonte foto Pixabay, Pixabay, Pixabay

Come pulire la cuccia del cane in maniera perfetta: i consigli e i trucchi

Come pulire un rubinetto ossidato? Trucchi e prodotti naturali per riuscire a farlo

Pareti bicolore per la casa: un tocco di colore semplice ma d'effetto

Ogni quanto si annaffiano le piante grasse?

Come eliminare l'odore del cavolfiore da casa propria, in pochi semplici mosse

Come organizzare l'armadio in modo bello e allo stesso tempo funzionale

Piante che attraggono energia positiva e armonia