Chiede il divorzio perché sua moglie è obesa

Chiede il divorzio perché sua moglie è obesa: "Non ce la faccio più, a letto rischiavo di soffocare".

Home > Coppia e relazioni > Chiede il divorzio perché sua moglie è obesa

Chiede il divorzio perché sua moglie è obesa: “Non ce la faccio più, a letto rischiavo di soffocare”.

Un uomo di 31 anni ha chiesto il divorzio da sua moglie di 26 anni, Kholed. Il motivo non è nessun tradimento o disaccordo, ma quello che ha spinto l’uomo a fare questo passo è il peso della moglie. La donna, essendo obesa, si era messa a dieta ma in tre mesi non era riuscita a perdere peso. Così il 31enne ha consegnato i documenti in tribunale spiegando: “Non ce la faccio. A letto rischiavo di soffocare”. I due si sono conosciuti perché Kholed è la sorella di un caro amico di Rami, dopo un anno e mezzo dall’inizio della loro storia, hanno deciso di fare il grande passo: “C’era passione, amore. Era la sorella di un mio amico e vicino di casa. Quando l’ho vista mi sono subito innamorato di lei. Ci siamo fidanzati e poi sposati”.

I due sposi si sono talmente amati da riuscire a coronare il loro sogno, avere un figlio. Ma poco dopo, c’è stato un cambiamento: “Ha iniziato a non curarsi più, a pesare oltre 100 chili e continuava ad ingrassare. Ho pensato che fosse normale, lo stress per gestire il bambino, l’allattamento. Ma la cosa peggiorava. Eppure lei mi diceva che stava facendo la dieta“. L’uomo ha spiegato ai giudici di aver iniziato ad avere problemi nell’intimità: “Non riesco a fare l’amore con lei perché rischio di soffocare. Ho cercato di farglielo capire in tutti i modi. Poi ho scoperto che non era andata da nessun dottore. Ho provato a stimolarla in tutti i modi, prima di tutto per sè stessa, poi per noi”.

Kholed non riusciva più a sedersi o piegarsi e la situazione non ha fatto altro che peggiorare. Entrambi stavano male per questa situazione: “Non avevo alternative. Non è stato semplice fare questo passo, ma non sapevo più cosa fare. Forse può essere lo scossone giusto per fargli capire che così sta sbagliando. Forse potremo ricominciare un giorno, anche perché lei resta la mamma di mio figlio”.