Ha sposato un uomo per errore

Si è innamorato e l'ha sposata, ma la prima notte di nozze lei si dichiara indisposta. Quattro giorni dopo lei si rifiuta di farsi vedere senza vestiti. Solo quando inaspettatamente è intervenuta la polizia, lo sposo ha scoperto il terribile segreto della sua giovane moglie

Home > Coppia e relazioni > Ha sposato un uomo per errore

Mohammed Mutumba è un magnate ugandese, che si è sposato senza immaginare che la sua ragazza fosse un uomo, o almeno così dice. Il 27enne ha scoperto il vero genere di sua moglie quando è stata sorpresa a rubare la televisione di un vicino, e le autorità di polizia hanno indagato.

Gli agenti di polizia pensarono che chiunque avesse commesso il furto fosse una donna, ma poco dopo confermarono che si trattava di un uomo.

Secondo le informazioni dei media di Kayunga, dopo l’incidente, il ladro ha confessato di aver finto di essere una donna in modo da poter sposare il magnate e rubare i suoi soldi. Mohammed, ora affronta le conseguenze dello scandalo. È stato sospeso dalle sue funzioni di chierico nella Moschea Masjid Noor di Kyampisi, fino alla fine delle indagini.

Gli amici dell’imam affermano che l’impostore, che fingeva di essere una donna per motivi economici, indossava sempre un hijab, aveva una voce dolce e camminava proprio come una donna.

La vittima della frode ha dichiarato di non aver avuto rapporti intimi con la sua presunta moglie la notte delle nozze, perché disse che aveva il ciclo mestruale. Addirittura quattro giorni dopo il loro matrimonio, sua moglie si è rifiutata di essere vista senza vestiti. Pensava di sposare una donna di nome Swabullah Nabukeera; a dicembre dell’anno scorso hanno celebrato un matrimonio secondo la tradizione islamica.

Secondo le persone della comunità, Mohammed è devastato e non vuole fare dichiarazioni sul fatto.

Anche i suoi amici furono sorpresi della vicenda. Mai aveva avuto comportamenti strani o che destassero sospetti. Amisi Kibunga, un’amica di Mohammed che lavora nella moschea, ha dichiarato: “Aveva una voce dolce e camminava in modo molto femminile”.

L’impostore ha ammesso alla polizia che la sua vera identità è Richard Tumushabe, e ha ammesso che ciò che lo ha spinto a sposarsi con un uomo era l’intenzione di derubarlo. Abdul Noor Kakande, un funzionario musulmano locale, ha dichiarato che il fatto è in fase di indagini. Mentre l’imam che gestisce la moschea, lo sceicco Isa Busuulwa, ha dichiarato che la sospensione di Mohammed,  era necessaria per preservare l’integrità della sua fede.

Quest’ultimo aveva lavorato alla moschea per quattro anni ed era uno dei suoi maggiori frequentatori. Molti media locali cercano di ottenere dichiarazioni da Mohammed, ma i vicini affermano di non averlo visto per giorni, presumendo che stia a casa dei suoi parenti. Non avrebbe mai pensato che dopo aver celebrato il suo matrimonio sarebbe iniziato un incubo.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI