il problema è che confondiamo l’amore con l’innamoramento

Perché le coppie si disinnamorano? Il problema non è che l'amore finisce, il problema è che lo confondiamo con l'innamoramento. Ecco cinque cose che distruggono un rapporto quando non si prende coscienza dell'amore

Home > Coppia e relazioni > il problema è che confondiamo l’amore con l’innamoramento

A volte non contano gli anni trascorsi insieme, le molte volte in cui eri con il tuo partner quando sentivi che tutto andava storto o le volte in cui hai pianto fino ad addormentarti tra le sue braccia. E no, non è che l’amore finisca, quello che succede è che le coppie si disinnamorano. Perché?

Gli esseri umani si trasformano, le persone cambiano, le esperienze, le paure e le vittorie. Lo stesso accade con l’amore, salta da un palcoscenico all’altro e non ce ne rendiamo conto. L’ infatuazione è fugace, è vedere la persona in base a ciò che abbiamo immaginato, è desiderare disperatamente e affrontare il mondo al suo fianco. Ma cosa succede quando la benda cade? Cosa succede quando vedi il tuo partner, beh, per quello che è? Con le sue manie detestabili, i suoi difetti e il desiderio che ti danno non vederlo più. Sì, è di fronte alla realtà che devi decidere se vuoi o meno costruire qualcosa di bello, qualcosa che vada al di là dello “zucchero filato”, per abbracciare le spine. È una tua decisione, se non sei pronto a stare al suo fianco, salutalo. Queste sono le ragioni per cui ci si disinnamora: NON TI PRENDI LA RESPONSABILITÀ
Condividere la vita non è facile, ne abbiamo abbastanza con i nostri demoni. Tuttavia, essere sulla difensiva diventa un inferno. La persona non non fa più domande, presume solo che la sta incolpando ed è allora che iniziano le discussioni. Perché non inizi ad assumerti delle responsabilità? Accettare che anche tu abbia torto e non è tutta colpa sua.

SILENZIO
Sì, può essere doloroso vivere con qualcuno che ti ferisce, che ti urla e che osa persino alzare una mano su di te. Ma per quanto riguarda il silenzio? Ciò ferisce l’anima e non c’è modo di evitarlo. Quando diventi insignificante per il tuo partner, ti esclude dai suoi giorni e diventi un altro pezzo di arredamento.

COMMENTI DOLOROSI
Il tuo partner è probabilmente la persona che più ti conosce, che conosce le tue debolezze e quando c’è tensione, le usa come armi. Dal momento in cui le critiche diventano costanti, le cose andranno male.

UMILIAZIONE
Va di pari passo con il punto precedente, la relazione è tossica, sembra che più danno si fa, meglio è. Lui non viene, non ti abbraccia, sta aspettando il momento per criticare come cucini, i tuoi capelli e persino i piccoli rotoli che appaiono nella tua vita.

L’IMPAZIENZA
Il rispetto è esaurito, a causa dei momenti brutti, perché l’ammirazione si è persa e perché il rancore si sta accumulando. Non riesci più a sopportare i suoi errori, anzi, aspetti che abbia torto a esplodere. Tuttavia, questo non è amore, non è duraturo, se non ti senti felice al suo fianco, stai lontano.

Si sa quando l’ amore è finito, quando non importa quanto ti sforzi per recuperarlo, si allontana sempre più. Sì, è giusto lottare, è giusto piangere, ed è giusto anche chiedere perdono. Ma non dovresti farlo tutto il tempo, non al di sopra della tua dignità.