A Livella, il vino dedicato a Totò

E' un Rosso Campania Igp, prodotto a Cantina Sanpaolo.

Home > Cucina > A Livella, il vino dedicato a Totò

Totò ha il vino a lui dedicato. Il grande attore ci ha regalato delle interpretazioni che ancora oggi sono lo specchio di una società che sì, è cambiata, ma che in fin dei conti per alcuni meccanismi è rimasta uguale a se stessa. Ecco che i film di Totò sono ancora oggi attualissimi, nonostante siano stati realizzati moltissimi anni fa. E ci piacciono sia per le tematiche narrate sia per i ruoli impersonati di volta in volta dal grande Totò, uno dei più grandi attori del nostro bel paese, che in quanto a cinema non scherza. Che dite, brindiamo al suo genio con il vino a lui dedicato?

A Livella, ispirato a una poesia in italiano e in napoletano scritta da Totò nel 1964, è proprio il vino dedicato al grande attore nato a Rione Sanità, a Napoli, il 15 febbraio del 1898, è il suo vino. Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfirogenito Gagliardi De Curtis di Bisanzio Gagliardi Focas di Tertiveri, in arte Totò, può vantare ora un’etichetta che si ispira a lui.

Alessandra Quarta a Vinitaly ha presentato A Livella, un Rosso Campania Igp, prodotto a Cantina Sanpaolo che si ispira proprio al grandissimo interprete di successo. Dopo il “QU.ALE – il primo vino democratico, un progetto solidale e sostenibile prodotto a Tenute Emera in Puglia, ecco che dall’Irpinia ci arriva A Livella.

Alessandra Quarta ha sottolineato che questo progetto è stato creato con il “desiderio di raggiungere il diritto di uguaglianza per tutti i buoni vini che nascono da areali magnifici”.

La prima annata del vino è stata prodotta in 7mila bottiglie proprio nel 2017, l’anno in cui si celebrava il cinquantennale della morte di Antonio De Curtis, abbreviazione del suo lunghissimo nome con cui è anche conosciuto, anche se per tutti lui è solo e semplicemente Totò.

Il vino vuole essere anche un modo per raggiungere i più giovani e condurli nel fantastico mondo dell’enologia, attraverso un’icona pop come Totò, che è riuscito a portare la cultura della sua terra non solo nel resto dell’Italia, ma in tutto il mondo!