bloody mary

Bloody Mary: storia e ricetta del cocktail a base di salsa di pomodoro

Succo di pomodoro e vodka: la ricetta per preparare il cocktail in casa

Se c’è un cocktail che ha fatto impazzire il mondo intero, per la sua bontà s’intende, questo è il Bloody Mary cocktail.

È arrivato il momento di scoprire la ricetta originale del drink con succo di pomodoro per preparare il drink anche in casa.

bloody mary ricetta

Come si preparare il cocktail al pomodoro?

Il Bloody Mary è un cocktail fatto con vodka e succo di pomodoro ed è arricchito con spezie piccanti come il Tabasco o la Salsa Worcestershire. O lo si ama o lo si odia: questa bevanda, infatti, non conosce vie di mezzo.

Ma chi lo ama assicura che può essere gustato in ogni momento della giornata, anche di mattina. In terra anglosassone, infatti, è usanza piuttosto diffusa.

Se fate parte del team Bloody Mary allora continuate a leggere questo articolo perché stiamo per svelarvi la ricetta originale per preparare il cocktail anche a casa e senza shaker.

come si prepara il bloody mary

Come fare il Bloody Mary a casa: ingredienti e procedimento

Per preparare il cocktail a base di succo di pomodoro munitevi di questi semplici ingredienti:

9 cl di succo di pomodoro
4,5 cl di vodka
1,2 cl di succo di limone
qualche goccia di salsa worchestershire
qualche goccia di tabasco
sale q.b.
pepe q.b

Procedimento:

Per preparare la base del cocktail unite il succo di pomodoro, la salsa Worcestershire e il succo di limone mettendoli in un bicchiere. Mescolate delicatamente in senso orario per almeno 30 secondi, poi spolverizzate con un pizzico di sale e di pepe nero e mescolate di nuovo.

Dopo di che, aggiungete al composto 5 cubetti di ghiaccio, la vodka e 2 gocce di tabasco. Mescolate di nuovo per 30/40 secondi e guarnite con un gambo di sedano.

bloody mary

Curiosità e suggerimenti per un cocktail buonissimo anche in casa

Secondo le indicazioni dell’IBA, il Bloody Mary non si shakera ma si mescola nel bicchiere: quindi farlo in casa risulta semplicissimo.

Le origini di questo cocktail risalgono al 1939, la paternità dell’invenzione è attribuita all’attore George Jessel  anche se la Francia ha rivendicato la paternità di questa bevanda.

Quello che è certo è che il nome fa riferimento al colore rosso sangue del cocktail, anche se l’epiteto vero e proprio viene attribuito ad alcuni personaggi della storia tra cui la regina Maria I d’Inghilterra, conosciuta anche come “La Sanguinaria”.

Come preparare un cocktail Martini

Come preparare un cocktail Martini

La ricetta dei peperoni in barattolo con tonno e olive nere

La ricetta dei peperoni in barattolo con tonno e olive nere

Perché la crema pasticcera impazzisce? E cosa fare?

Perché la crema pasticcera impazzisce? E cosa fare?

5 caldissime zuppe di Jamie Oliver che dovete assolutamente provare

5 caldissime zuppe di Jamie Oliver che dovete assolutamente provare

Ricette leggere: alici marinate con agrumi e cipolla rossa di tropea

Ricette leggere: alici marinate con agrumi e cipolla rossa di tropea

I gelati dai gusti più particolari d'Italia

I gelati dai gusti più particolari d'Italia

3 ricette per cucinare le patate al microonde in meno di 15 minuti

3 ricette per cucinare le patate al microonde in meno di 15 minuti