Chi ama i dolci, accumula meno grassi

Com'è possibile questa cosa?

Home > Cucina > Chi ama i dolci, accumula meno grassi

Chi mangia i dolci accumula grasso. O forse no? Siamo abituati a pensare che la nostra alimentazione debba essere completamente priva di dolcezze: un giusto apporto tra proteine, grassi e carboidrati è proprio quello che ci vuole per poter stare bene e in forma, per garantire il massimo della salute per il nostro organismo. Un recente studio scientifico, però, ha dimostrato che chi ama i dolci accumulerebbe meno grasso rispetto a chi invece ne riesce benissimo a fare a meno. Ma come è possibile?

Uno studio condotto dall’Università di Exeter ha svelato che chi è goloso di dolci, chi non riesce proprio a dire di no a una fetta di torta, chi non riesce a finire un pasto se non porta in tavola qualcosa di zuccheroso deve questo comportamento alla variazione del gene Fgf21. Variazione che porta anche ad accumulare meno grassi.

Lo studio coordinato dal professor Timothy Frayling realizzato in collaborazione con l’Università di Copenaghen ha svelato che chi ama maggiormente i dolci accumula meno grasso proprio a causa della variazione di questo gene.

Ma non bisogna comunque abusarne, perché tra gli effetti collaterali notiamo una maggiore pressione e una concentrazione maggiore del grasso nella zona addominale.

Dobbiamo anche ricordare che un consumo di zuccheri troppo alto è pericoloso per il nostro organismo perché aumenta il rischio di incappare in malattie neurodegenerative e cardiovascolari, quindi è sempre bene andarci con i piedi di piombo.

Quindi facciamo sempre attenzione a quello che portiamo sulle nostre tavole: l’alimentazione deve essere sempre sana ed equilibrata, con pochi grassi, pochi zuccheri e poco sale, tanta frutta, tanta verdura, senza dimenticare proteine (magre) e carboidrati (con cereali possibilmente integrali).