Come pulire i calamari

Come pulire i calamari e prepararli alla cottura: i trucchi e i consigli

Consigli e trucchi su come pulire i calamari in poche mosse con la nostra guida passo dopo passo

Scopriamo insieme come pulire i calamari e come prepararli ai diversi tipi di cottura. Il calamaro è un mollusco che si pesca tutto l’anno e che viene ampiamente impiegato in cucina. Nel calamaro lo scarto è davvero esiguo, ma bisogna pulirlo bene ed eliminare alcune piccole parti.

I calamari sono buonissimi e si prestano ad essere preparati in tanti modi diversi, dai risotti ai secondi fritti o in umido. Scopriamo insieme come pulire i calamari in poche mosse.

Come pulire i calamari

Come pulire i calamari

I calamari sono dei molluschi che è possibile acquistare sia freschi che surgelati. Se acquistate i calamari freschi, accertatevi che lo siano davvero, altrimenti è meglio prenderli direttamente surgelati.

Sciacquate i calamari sotto l’acqua corrente e togliete la sabbia ed eventuali altre impurità. La prima operazione da fare è staccare la testa dal mantello, per farlo vi basterà tirare con le mani e vedrete che si staccherà.

Tirando la testa verranno fuori le interiora e anche gli eventuali ospiti che il calamaro aveva mangiato. L’interno va gettato via, non si può recuperare nulla. L’unica eccezione, è la sacca dell’inchiostro, ma va presa e conservata solo se il calamaro è fresco.

All’interno del mantello si trova la penna di cartilagine trasparente che dovete estrarre. Basta solo individuare dove si trova e poi sfilarla.

Lavate il mantello sotto l’acqua corrente ed estraete le interiora, lo sporco e la sabbia. L’interno del mantello deve essere bianco e senza alcun residuo. Staccate le pinne incidendole con un coltello lungo la linea del mantello.

Adesso possiamo occuparci della parte dei tentacoli. Prendete la parte della testa che avete estratto e tagliate con un coltello alla base, dove iniziano i tentacoli.

Al centro dei tentacoli si trova il dente centrale, o rostro, che va buttato. Potete fare un taglietto nella fascia dei tentacoli e liberarlo, oppure girare i tentacoli verso l’esterno in modo da esporlo e tagliarlo con un coltellino affilato.

L’ultimo step, che possiamo considerare facoltativo, è l’eliminazione della pelle dal mantello e dai tentacoli. Per rimuoverla basta solo tirare da un’estremità.

Come cucinare i calamari

Come pulire i calamari

Dopo aver visto come pulire i calamari, passiamo alla parte più diverte e cioè come cucinarli. Ecco alcune ricette che vi consigliamo di provare.

Spiedini di mare

Tagliatelle di calamaro ajo, ojo, peperoncino e broccoletti

Linguine al ragù di mare

Cavolo viola e calamari

Fonte foto Pixabay, Pixabay, Pixabay

Torta all'Acqua, ottima per dimagrire

Torta all'Acqua, ottima per dimagrire

La ricetta dei peperoni in barattolo con tonno e olive nere

La ricetta dei peperoni in barattolo con tonno e olive nere

Gnocchi fatti in casa alla ricotta e curcuma

Gnocchi fatti in casa alla ricotta e curcuma

Torta light alle mele per una colazione leggera

Torta light alle mele per una colazione leggera

Come conservare una spremuta d'arancia fresca

Come conservare una spremuta d'arancia fresca

Il coscio di cinghiale al forno - La ricetta originale di Obelix

Il coscio di cinghiale al forno - La ricetta originale di Obelix

3 ricette per cucinare le patate al microonde in meno di 15 minuti

3 ricette per cucinare le patate al microonde in meno di 15 minuti