Come pulire i gamberi e i gamberoni in poche mosse

 

Il gambero è sicuramente uno dei crostacei più utilizzati, anche perché è molto versatile: semplicemente bollito e cotto al vapore può diventare un ottimo antipasto, se servito con qualche salsina, ma è il protagonista anche di primi e secondi piatti gustosissimi. Gamberi e gamberoni possono anche essere mangiati crudi, come ad esempio nel sushi: dal pescivendolo di fiducia possiamo acquistarli in tutta sicurezza, preferendo quelli freschi. Una volta acquistati, come li possiamo pulire? Ecco i nostri consigli.

gamberi1
Gamberi con insalatina e rucola

Pulire i gamberi da crudi

– Sciacquate i gamberi sotto l’acqua corrente

– Su un tagliere staccate la testa e le zampette, usando semplicemente le mani

– Togliete il carapace, la corazza che svela la polpa del gambero

– Per aperitivi, lasciate la parte sulla coda, saranno più facili da prendere, altrimenti togliete tutto

– Togliete ora l’intestino interno: con un coltellino incidete il dorso e cercate di togliere l’intestino senza rompere il gambero

gamberi2
Sono ottimi anche come aperitivo

Pulite i gamberi da cotti

– Fateli bollire pochissimi minuti in acqua bollente, lasciateli dentro per 5 minuti e poi scolateli

– Fateli raffreddare

– Procedete con la pulizia come avete fatto prima

I gamberi possono essere congelati in frigo sia da cotti sia da crudi, ma solo se sono freschi!

di Redazione