Come pulire le cozze in pochi minuti: davvero geniale

Home > Cucina > Come pulire le cozze in pochi minuti: davvero geniale

Molti amano mangiarle ma pochi si fanno avanti quando si tratta di pulirle: stiamo parlando di cozze, croce e delizia delle casalinghe. Perché il loro gusto è ottimo ma per pulirle bisogna perdere tanto tempo. Come ben sappiamo, consumare cozze non è un’operazione senza rischi. Sono chiamate gli spazzini del mare quindi vi lascio immaginare. Per questo le cozze devono essere acquistate in acque pulite.

Eppure le cozze sono buonissime e, pulite correttamente e preparate a regola d’arte, possono essere squisite. Ed è proprio della pulizia che vi vogliamo parlare. Come ben sapete, bisogna eliminare tutte le incrostazioni del guscio e depurarle. Iniziate con al pulizia. Un trucco che non molti conoscono è alla portata di tutti e non manca mai dalle nostre dispense: si tratta del sale grosso. Versate le cozze in un sacchetto di plastica resistente e poi aggiungete il sale. Massaggiate per alcuni minuti il contenuto del sacchetto come se doveste ammassare. Alla fine di quest’operazione risciacquate le cozze sotto il getto d’acqua corrente. Eliminate il bisso (il filamento che fuoriesce dalle cozze), controllando le cozze una per una. Con un coltello o con una retina metallica eliminate i residui, quelli che il sale non è riuscito a staccare dai gusci. Dovete essere pignoli e intransigenti. Se una cozza non vi convince o vi sembra abbia qualche odore diverso dalle altre, buttatela. Poi, una volta finita la pulizia, immergetele in una bacinella riempita d’acqua dove avete aggiunto qualche cucchiaino di sale. Alla fine mettetele a bollire in una pentola con coperchio: quelle che si aprono vanno bene mentre quelle che rimangono chiuse dovete gettarle via. Infine, cucinatele seguendo la ricetta da voi scelta.

Ricordatevi che:

1 Per essere sicuri che si acquistano cozze fresche e di qualità, il suono fatto dalle conchiglie quando scuotete la retina deve essere sordo e pieno.

2 Devono essere vendute sempre all’interno delle retine e mai immerse nell’acqua.

3 Le cozze, per essere fresche, devono avere un odore specifico, si mare e di salsedine.

4 Se provate ad aprirle prima di cuocerle non si devono aprire facilmente.

5 Dopo la cottura (che deve essere brevissima) le cozze devono essere aperte… le altre vanno eliminate.

Infine, sapete perché dovreste consumare cozze?  Perché le cozze sono ricche di ferro, proteine, sali minerali e vitamine e hanno pochissime calorie. In più hanno hanno proprietà digestive e stimolanti e un basso contenuto di grassi.