Come si mangia la papaya

Ecco come possiamo gustare questo frutto tropicale dolce

 

La papaya è un frutto ricco di proprietà ed è ottimo da aggiungere alla nostra dieta. Della papaya fresca sono commestibili ben 3 parti: la polpa, i semi e le foglie della pianta. Questo frutto tropicale è originario del Centro America, ma è diffuso anche in Asia e in Africa.

Per mangiare la papaya puoi sbucciala e mangiarla fresca, oppure utilizzarla per preparare diverse ricette, prendendo spunto dalle tradizioni culinarie dei paesi da cui proviene.  Per quanto riguarda le foglie della pianta, si possono cucinare come una qualsiasi verdura a foglia verde, bollendole in acqua salata e consumandole come fossero spinaci o bietole.

Papaya, come mangiare i semi
Papaya, come mangiare i semi

La parte più utilizzata e mangiata della papaya è ovviamente la polpa, che puoi consumare sbucciando il frutto e liberandolo dai semi. Eppure con la polpa si possono realizzare diverse ricette, come primi piatti esotici o insalate.

I semi sono la parte della papaya più difficile da gestire. Sono una parte molto ricca di proprietà e le popolazioni del Centro America li consumano da tanto tempo. Si possono anche mangiare interi, come se fossero un integratore alimentare, oppure li puoi usare come un condimento, per renderne più facile la consumazione.

La papaya
La papaya

Hanno un gusto amaro, soprattutto quando sono più grossi, per cui mangiarli direttamente potrebbe non essere piacevole.

Puoi anche lavarli bene, seccarli e macinarli con un mortaio, prima di consumarli. Puoi usare poi i semi macinati grossolanamente per condire le tue insalate, la carne o il pesce, usandoli come un sostituto del pepe nero (la spezia che gli si avvicina di più come sapore).