Gelato? Sì, grazie

Arriva la dieta del gelato, per dimagrire con gusto e allegria

L’estate è alle porte e con essa la voglia di gelato, il dolce protagonista della stagione. L’Istituto del gelato Italiano, con il supporto della Prof.ssa Silvia Migliaccio, ci racconta che, non solo possiamo mangiarlo senza sensi di colpa, ma può addirittura diventare l’alimento principale di una dieta ipocalorica sana ed equilibrata.

L’estate è in arrivo e, anche se ancora non sappiamo quanto potremo goderci spensierate giornate di sole al mare o più fresche in montagna, una cosa è certa: le temperature si alzano, le giornate si allungano, i vestiti si alleggeriscono e arriva l’irrefrenabile voglia di gelato, indiscusso protagonista dei piaceri golosi di questo periodo.

Anche la corsa al recupero della forma fisica è sinonimo di estate e il gelato sembra proprio essere un alleato della linea. Troppo bello per essere vero? Eppure, è così. Ce lo spiega la Prof.ssa Silvia Migliaccio, Docente presso l’Università di Roma “Foro Italico”, che propone una dieta con la quale è possibile perdere due o tre chili in pochi giorni, senza rinunciare al piacere del gelato.

“Il gelato non deve essere “criminalizzato” – spiega la Prof.ssa Migliaccio – è un alimento che ha molte qualità e che, anche psicologicamente, aiuta ad affrontare meglio una dieta ipocalorica. Se lo si consuma in sostituzione del pasto, è preferibile sceglierne uno da 200 g., che apporta circa 350-400 calorie, oppure accostandolo ad una macedonia di frutta per ottenere un pasto completo, gustoso e sano; per lo snack di metà mattina o metà pomeriggio meglio optare per un formato meno calorico – da 100/150 calorie. L’importante è scegliere il formato e la tipologia adatti alla situazione di consumo”.

Dopo mesi in cui abbiamo rinunciato a tanto, è rilassante concederci i nostri gelati preferiti, regalandoci dei momenti di serenità. Il gelato, infatti, oltre ad essere buono, ha il potere di gratificare, come spiega IGI – l’Istituto del gelato Italiano, che evidenzia il grande ruolo aggregante di questo alimento.

I valori nutritivi del gelato

“Ilgelato è prodotto con latte, uova, zucchero, con aggiunta di caffè, cacao o frutta, tutti alimenti con buon valore nutrizionale”, approfondisce la Prof.ssaMigliaccio.

dieta del gelato

D’estate è importante anche mantenere una buona idratazione che si può raggiungere assumendo la giusta quantità di liquidi sotto diverse forme. Il gelato ad esempio contiene anche moltissimi liquidi: non disseta rapidamente come l’acqua ma idrata. Infine, per gustare appieno il suo sapore, assaporatelo con calma, alternando morsi piccoli a morsi più grandi, per gustarne tutta la bontà. Se non ci si ferma qualche secondo tra un boccone e l’altro, si rischia di anestetizzare le papille gustative a causa del freddo!

Perdere peso con gusto, si può!

La ricetta dei peperoni in barattolo con tonno e olive nere

Le 6 diete più strane delle star

Mini torte salate per il brunch della domenica

Codice delle uova sul guscio, cosa significa?

Gnocchi fatti in casa alla ricotta e curcuma

La rapa bianca di Milano: cucinala arrosto

Cheesecake autunnale al sapore di cachi e vaniglia