La ricetta degli gnocchi alla romana versione light con un condimento primaverile

 

Oggi vi propongo la ricetta degli gnocchi alla romana in una versione un po’ light: di per sé un classico della cucina tradizionale italiana, facile e piuttosto veloce da preparare.
La ricetta classica prevede una prima cottura in pentola della polenta e una successiva passata in forno per gratinare il formaggio e per completare perfettamente questo primo piatto sempre gradevole da mangiare.
In più prevede la cottura nel latte e una dose notevole sia di parmigiano che di burro.

gnocchi-alla-romana-contemporaneo-food
Gnocchi alla romana

Dato però che sino a quando non arriverà il grande caldo gli gnocchi alla romana possono essere una di quelle ricette alternative al solito primo di pasta che si possono preparare sicuri di accontentare i gusti di tutti, io ho pensato di rivisitare la ricetta tradizionale andando a eliminare alcuni ingredienti per ottenere un risultato leggermente più leggero e allo stesso tempo altrettanto gradevole, senza penalizzare in alcun modo il sapore e la resa finale.

Se poi ci abbiniamo un condimento leggero di verdure, diventa tutto ancora più sfizioso e piacevole sia da preparare che da gustare.
Vi propongo quindi gli gnocchi alla romana versione light con l’aggiunta di un condimento a base di poca panna vegetale, piselli e taccole fresche di stagione.

gnocchi-alla-romana-contemporaneo-food
Un condimento primaverile

Vi lascio alla ricetta facilissima e veloce e come al solito “che la creatività sia con voi!

Tempi di preparazione:

15 minuti

Tempi di cottura:

25 minuti

Dosi per:

4 persone

Cosa ti occorre:

pentola, forno, teglia da forno

Ingredienti:

250 gr semola di grano duro

500 ml acqua

30 gr burro

q.b. parmigiano grattugiato

200 gr piselli puliti

n.15 taccole fresche

n.1 confezione panna vegetale

q.b. menta fresca

q.b. sale e pepe nero

Procedimento:

gnocchi-alla-romana-contemporaneo-food
Gnocchi alla romana in versione primaverile

Accendere il forno a 180°. In una pentola mettere l’acqua a bollire seguendo le normali istruzioni che solitamente sono riportate sulla confezione della semola e procedere cosi alla cottura del semolino.

Versarlo su un piano di lavoro ricoperto da un foglio abbondante di pellicola trasparente, livellare leggermente la superficie con un cucchiaio e poi richiudere il semolino con la stessa pellicola: in questo modo si accorciano i tempi e potrete con il mattarello stendere la semola dello spessore che desiderate (consiglio 1 cm o poco più) per poi decopparla e procedere con gli gnocchi alla romana.

Nel frattempo mettere a bollire dell’altra acqua e pulire sia i piselli freschi che le taccole che dovranno essere tagliate formando dei piccoli rombi della grandezza desiderata: mettere a cuocere nell’acqua per 8 minuti, scolare e raffreddare immediatamente con abbondante acqua freddissima per mantenere inalterato il colore verde intenso.

Decoparre quindi il semolino, sistemarlo in una teglia leggermente imburrata, aggiungere qualche fiocco di burro e abbondante parmigiano grattugiato. Terminare il tutto con una spolverata di pepe nero e infornare per una decina di minuti o comunque per il tempo necessario a che si formi una crosticina dorata non troppo scura.

Nel frattempo scaldare in un padellino la panna vegetale, aggiungere le verdure, la menta fresca tritata finemente, sale, pepe e due cucchiai di parmigiano grattugiato: tenere al caldo. Una volta sfornati gli gnocchi alla romana, versare al centro il condimento a base di verdure e servire subito.

di Cristina Saglietti