La ricetta del tiramisù di mela

Una piccola dolce sfiziosità crudista a cuor leggero

 

Un dolce che non attenta alla linea, ma che soddisfa: penserete che non possa esistere, ma, grazie ai dolci crudisti, possiamo toglierci qualche peccato di gola senza troppi ripensamenti.
I dolci crudisti sono appaganti, leggeri e salutari. Vengono preparati con frutta fresca ed essiccata e possono essere mangiati in qualsiasi momento della giornata.
Un vizio innocente, facile da preparare e con pochissimi ingredienti. A piacere potete sostituirli per realizzare sempre dessert differenti, gustosi e sfiziosi.

tiramisu di mela e prugne copia

Un dolce leggero e gustoso

Se non avete un essiccatore, non demoralizzatevi. Potrete preparare la marmellata crudista mettendola in forno a basse temperature oppure lasciandola per diverse ore sul termosifone. In alternativa potete preparare una salsa fresca, eliminando il passaggio critico di essiccazione.

Tempi di preparazione:

15 minuti circa

Tempi di cottura:

In questo caso essiccazione, di 8 ore

Cosa serve:

tagliere, coltello, spatola, essiccatore, mandolina, frullatore

Ingredienti:

2 mele
1 prugna
1 dattero medijol
½ limone
2-3 nocciole a piacere
cannella e cardamomo in polvere a piacere

tiramisu di mela e prugne 2 copia

Mela e prugna per un dessert crudista

Procedimento:

Lavare le mele. Prendere una mela e affettarla sottilmente con l’aiuto della mandolina.

Disporre le fettine di mele, ben distanziate tra di loro, nei piani dell’essiccatore e azionarlo per circa 8 ore a temperatura di 42 gradi. In mancanza dell’essiccatore, mettere le fette di mela su carta da forno e farle asciugare in forno ventilato a temperatura bassa, tenendo lo sportello del forno leggermente aperto.

Nel frattempo preparare la marmellata crudista frullando la prugna, lavata e tagliata, con un dattero, qualche goccia di succo di limone e le spezie a piacere. Si dovrà ottenere una salsa cremosa e fluida.

Riporre la salsa ottenuta in un piccolo contenitore di silicone e riporla nell’essiccatore fino a quando non avrà assunto un aspetto caramellato. Per ottenere questo risultato ci vorranno circa 4-5 ore di essiccazione.

Tagliare la mela rimanente a fette alte circa 5 millimetri e strofinarle con il limone. In questo modo si eviterà di far annerire il frutto e si avrà un lieve retrogusto agrumato. Tritare le nocciole per ottenere una granella piuttosto grossolana.

Farcire le fette alternandole con la marmellata crudista di prugne e qualche pezzetto di mela essiccata. Decorare l’ultimo strato con poca marmellata, la granella di nocciola, le fettine di mela essiccata ridotte a pezzettini.

Buon appetito!

Quanti tipi di pasta esistono?

La ricetta originale della pasta all'amatriciana

Spaghetti alla Nerano

Ecco quanto costa la pizza più costosa del mondo

La colazione perfetta

Gnocchi fatti in casa alla ricotta e curcuma

Cosa fare se la panna non monta?