Lasagna agli asparagi e ricotta

 

La primavera ci offre mille possibilità per variare gli ingredienti in cucina, inoltre il clima mite ci permette di spaziare con le cotture, così finché l’uso del forno non diventa proibitivo, mi piace preparare delle ricette “classiche”, ma in versione più leggera, come ad esempio una fantastica lasagna di ricotta e asparagi.

093_lasagna-asparagi_02
Lasagna con asparagi, pomodori secchi, ricotta e grana padano

Tempo di preparazione:

30 minuti

Tempo di cottura:

25 minuti

Dosi per:

2 persone

Occorrente:

una pentola, una teglia, forno

Ingredienti:

200 gr pasta di grano duro
250 gr di ricotta
2 pomodori secchi
10 asparagi verdi
grana padano q.b.
sale e pepe q.b.
olio extravergine di oliva q.b.

093_lasagna-asparagi_06
Lasagna di grano duro con asparagi, ricotta e pomodoro secco

Procedimento:

Per prima cosa ho pulito e tagliato i gambi degli asparagi a rondelle, tenendo integre le punte più tenere.

Vi ricordo che gli asparagi non hanno solo un azione drenante per il nostro corpo, ma sono ricchi di vitamine e sali minerali e se consumati con costanza aiutano a regolarizzare gli zuccheri nel sangue, sono molto buoni e si prestano a essere consumati in tante preparazione quindi approfittatene in questa stagione!

Portiamo a bollore l’ acqua per la pasta, prima di aggiungere il sale sbollentiamo gli asparagi per 3 minuti con i due pomodori secchi.
I fogli di pasta di grano duro possono cuocere direttamente in forno, ma io preferisco cuocerli per 10 minuti in abbondante acqua salata e infornare la mia lasagna per soli 15 minuti.

Alterniamo la pasta con uno strato di ricotta (leggete le etichette la vera ricotta contiene SOLO siero di latte), qualche fettina di pomodoro secco, asparagi, un cucchiaino di olio evo e un pizzico di pepe (a vostra scelta).

L’ultimo strato prevede le punte più belle degli asparagi e grana in scaglie a ricoprire il tutto.

Inforniamo per 15 minuti a 200°.

In questo modo, senza l’utilizzo di besciamella e senza eccedere con il formaggio grana su tutti gli strati, otterrete un piatto unico che appagherà il palato, ma non appesantirà la linea, visti i trascorsi poco leggeri di Pasqua!

 

di lakritchen