Le fake news sull’alimentazione a cui non credere più

E' ora di dire basta!

Home > Cucina > Le fake news sull’alimentazione a cui non credere più

Ammettiamolo, quante sono le fake news alle quali ancora crediamo? Purtroppo sono tantissime e molte di queste riguardano argomenti delicati come la salute e l’alimentazione, sui quali bisognerebbe sempre prestare attenzione. Nell’ultimo numero de L’Attendibile, la newsletter nutrizionale realizzata da Assolatte, si parla di alimentazione e salute del cavo orale, ma anche di alcuni falsi miti che ancora ci fanno credere a cose che in realtà non esistono. Siete pronti a scoprire quali sono?

ì

Gli zuccheri favoriscono l’insorgenza di carie: in realtà in cima alla lista dei cibi potenzialmente cariogeni ci sono quelli caratterizzati da un’alta concentrazione amidacea/zuccherina e una forte adesività ai denti, come patatine fritte, torte, tartine, focacce e pane.

Lavarsi i denti dopo mangiato li protegge dalla carie: è il momento in cui in realtà sono più deboli e lo spazzolino potrebbe danneggiarli. Meglio fare qualche sciacquo con acqua e ricorrere al dentifricio un quarto d’ora dopo aver terminato il pasto o lo spuntino.

I chewing gum senza zucchero sono inutili per la salute dei denti: in realtà rimuovono i residui di cibo e aumentano la salivazione e la secrezione di agenti neutralizzanti tra cui il bicarbonato. Mantengono i denti sani.

Accanto alle fake news, ecco delle belle good news: Mangiate formaggi durante aperitivi e party, perché svolgono un’azione tampone e hanno un effetto remineralizzante; Consumate le giuste quantità di prodotti lattiero-caseari per assicurare il calcio necessario per la salute dei denti e per renderli meno vulnerabili ai problemi paradontali;

Scegliere di cenare con verdure miste e cibi proteici come carne, pesce, formaggi per preservare la salute dei denti e scongiurare il rischio di carie.