Scorzonera e scorzobianca: due ortaggi di cui ti innamorerai in cucina

Alla scoperta di questi due meravigliosi prodotti

 

Nell’era in cui tutto è curiosità estrema, anche il cibo, siamo perennemente a caccia di gusti e sapori nuovi. Li scopriamo con i nostri viaggi, lunghi o brevi che siano, ci cimentiamo con ricette di origine dubbia e sconosciuta, ma sta di fatto che il denominatore comune non cambia: ci piace mangiare!
Se siete sempre più avvezze a un’alimentazione basata sulle verdure, forse questo è l’argomento che fa per voi! L’universo vegetale è davvero ricco di alimenti che ignoriamo perché non sono commercializzati ovunque o perché sono talmente vecchi che si sono persi nel tempo. Quello che stiamo per intraprendere è un viaggio alla riscoperta di un ortaggio davvero antico, che viene da molto lontano e che ha una serie di qualità che apprezzerete in un modo o nell’altro.

radici
La scorzonera e la scorzobianca in natura e in cucina.

La scorzonera e la scorzobianca

Il nome non ci suggerisce niente di particolare. Non ci evoca nessun tipo di ortaggio, perché di ortaggio si tratta. Proviene, infatti, da una tradizione agricola molto rustica e  dal sapore tenace, ma sicuramente non è un indizio per capire di cosa stiamo parlando. In realtà, si tratta di radici un po’ dimenticate dalla tradizione culinaria italica, ma alla ribalta grazie agli chef vegani.

Non è un alimento solo per vegani, ma di certo per chi ama riscoprire i sapori di una volta e chi ha il pollice verde per l’orto. La scorzonera è originaria dell’Europa dell’est, ma in Italia si coltivano in molte regioni come Abruzzo, Piemonte, Toscana e Liguria.

radice
La radice pulita per il decotto.

Piante di tendenza

Siete amanti delle radici come il topinambur e non potete più vivere senza? Pensate che la scorzobianca e la scorzonera fanno parte della stessa famiglia e la somiglianza in questo senso è abbastanza palese: radice dal colore bianco, vi dice qualcosa? Forse il sapore cambia un po’ perché la scorzonera è più dolce rispetto alla scorzobianca. Le potete mangiare crude e cotte, quindi c’è spazio anche per le pigre che non hanno mai voglia di mettersi ai fornelli e preferiscono le insalate.

Sempre in forma

Parliamo di piante che hanno delle lunghe radici commestibili, quindi di alimenti a basso contenuto di calorie. Sono radici depurative, favoriscono cioè lo smaltimento delle tossine grazie all’alto contenuto di fibre. Contengono molte vitamine, potassio, calcio e ferro. Una tisana di scorzonera ha proprietà diuretiche, quindi adatta al benessere delle vie urinarie. Solo caratteristiche positive, adatte a chi vuole mangiare sempre bene, mantenendosi in forma, ma non rinunciando al benessere del proprio organismo.

Receipes
Ricette con la scorzonera o la scorzobianca.

Buone da morire

Come la maggior parte degli ortaggi, ci consentono di essere molto creative in cucina e danno sfogo a tutta il nostro ingegno in fatto di ricette. Ricordiamo che la pianta è tutta commestibile, sia la parte superiore delle foglie che quella inferiore delle radici. Possiamo bollire, friggere, fare alla piastra le radici mentre le foglie si possono mangiare crude in insalata. Se cercate tra le varietà regionali, scoprirete curiosità interessanti come la ‘barba di prete’ toscana, ossia il nome che i toscani hanno dato alla scorzonera!