Tempura velocissima di gamberi e zucchine

 

Oggi prepariamo una versione della tempura semplificata per ottenere una deliziosa e leggerissima frittura estiva di gamberi e zucchine.
Due gli unici ingredienti da utilizzare: la farina e l’acqua gassata freddissima.
Il procedimento è facilissimo: basterà decidere la quantità di farina da utilizzare aggiungere piano piano l’acqua in modo da ottenere una pastella non troppo liquida.
L’ideale sarebbe avere un composto capace di coprire le zucchine e i gamberetti con un velo sottile e lievemente trasparente.

tempura-di-gamberetti-zucchine-3-contemporaneo-food
Tempura facile facile

Il mix di acqua freddissima gasata e di farina può poi essere aromatizzato con aromi e spezie a piacere a secondo dell’utilizzo.
In questa ricetta per esempio sarebbe stata ottima l’aggiunta di abbondante menta secca tritata e di un pizzico di peperoncino.

Consigli utili:

1) Utilizzare per la frittura un olio di qualità
2) Aggiungere sale solo un attimo prima di servire la tempura
3) Servire e mangiare subito

Vi lascio quindi alla ricetta della tempura facile facile di zucchine e gamberetti e come al solito “che la creatività sia con voi!”

tempura-di-gamberetti-zucchine-1-contemporaneo-food
La frittura leggera di zucchine e gamberi

Tempi di preparazione:

12 minuti

Tempi di cottura:

6 minuti

Dosi per:

4 persone

Cosa ti occorre:

padella per friggere

Ingredienti:

n.4 zucchine
n.24 gamberi
q.b. farina
q.b. acqua gasata freddissima
q.b. olio per friggere

Procedimento:

tempura-di-gamberetti-zucchine-4-contemporaneo-food
Un secondo sfizioso e facile da preparare

Lavare le zucchine e tagliarle dalla parte lunga a listarelle spesse 3 millimetri circa.

Pulire i gamberi eliminando il guscio, ma cercando di mantenere la testa e la coda.

Mettere l’olio per la frittura a scaldare.

Preparare il mix di farina e acqua per ottenere una pastella non troppo densa, ma nemmeno liquida.

Immergere le fette di zucchina e i gamberi nella pastella e friggere 2-3 minuti per lato.

Servire, salare  e mangiare subito.

 

 

di Cristina Saglietti