Torta carote, mandorle e amaretti

 

Ho pensato a questo dessert in vista delle cene estive con gli amici, la torta in forno lascia il posto a qualcosa di più fresco e se volete, come me, preparare il dolce in casa, ecco come renderlo goloso e invitante senza l’utilizzo di gelato o di panna montata.
Ingredienti genuini è il mio motto, quindi mettiamoci all’opera!

108_torta-mandorle-bicchiere_02
Torta di carote e mandorle con crema yogurt e amaretti

Tempo di preparazione:

45 minuti di cottura e 1 ora o più in frigorifero.

Tempo di cottura:

20 minuti

Dosi per:

4 persone

Occorrente:

ciotola, bicchieri, forno

Ingredienti:

300 gr di carote
30 gr di farina 0
35 gr farina di farro
35 gr farina di mandorle
70 gr farina di farro
1 cucchiaio di olio di girasole bio
scorza di limone
1 cucchiaino di lievito (fac)
50 gr di amaretti
250 gr yogurt greco
50 gr di ricotta
scaglie di cioccolato

108_torta-mandorle-bicchiere_01
Torta di carote in bicchiere con amaretti e crema allo yogurt

Procedimento:

Prepariamo una veloce torta di carote e mandorle che può essere preparata anche senza lievito.
Cuociamo le carote a vapore oppure sbollentiamole per 5 minuti.
Una volta ammorbidite le carote risulteranno più dolci, ma potete benissimo frullarle con le mandorle anche da crude insieme all’olio.
Versate il tutto in una ciotola e aggiungete i restanti ingredienti, poi su carta forno livellate l’impasto e cuocete a 180° per 45 minuti.

Una volta fredda, la torta si può comporre il nostro bicchiere.

La torta potete tagliarla con un coppapasta circolare della dimensione del bicchiere oppure la potete sbriciolare con sopra la crema allo yogurt e ricotta.
Mescolare questi ultimi due ingredienti senza aggiungere zucchero perché gli amaretti sono dolcissimi: potete aggiungere delle scaglie di cioccolato che io ho messo solo in superficie, ma che daranno una nota croccante ancora più golosa.

Intervallate la crema e gli amaretti con la torta di carote e mandorle e ricoprite di cioccolato.

Lasciate in frigorifero almeno un’ora prima di servire, ma vi assicuro che è molto meglio prepararlo la mattina per la sera perché si amalgamano meglio i sapori!

di lakritchen