Tre ricette deliziose per cucinare il radicchio

Polpette e bis di contorni al radicchio per un pranzo all'insegna della leggerezza

 

Inutile dire che io il radicchio lo adoro!
In questa stagione troviamo diverse varietà da utilizzare in cucina, oggi impariamo a utilizzarne tre tipologie alle quali abbineremo tre preparazioni differenti.
Il radicchio non è soltanto amaro e non è soltanto rosso, tra i miei preferiti infatti troviamo quello “variegato” di colore verde-giallo con piccole striature rosse: per capirci ancora meglio la forma è simile a quella di una lattuga, buonissimo in insalata , poi vedremo come abbinarlo.
Di colore rosso e bianco, invece, ce ne sono di diversi formati: oggi utilizzeremo quello “tondo” e quello “semi-lungo”, differenti nella forma e nel sapore.

radicchio-tris_02
Polpette vegane con contorno crudo e cotto al radicchio

Tempo di preparazione:

20 min

Tempo di cottura:

15 min

Dosi per:

4 persone

Occorrente:

due pentole antiaderenti, un mixer.

Ingredienti:

200 gr di radicchio variegato
100 gr di radicchio tondo
300 gr di radicchio semilungo
2 cucchiai di uvette
2 arance tarocco
200 gr di cannellini
pan grattato q.b
olio extravergine di oliva q.b.
sale, pepe, curry q.b.
1 spicchio di aglio.

radicchio-tris_01
Radicchio semi-lungo saltato con uva sultanina

Procedimento:

Prima preparazione: le polpette.

Facciamo cuocere i fagioli cannellini oppure utilizziamo quelli precotti se abbiamo meno tempo o non ci siamo organizzate prima.

Una volta ben scolati, li frulliamo insieme alle foglie di radicchio tondo precedentemente lavate (teniamone 8 foglie da parte) e aggiungiamo un pizzico di sale, di pepe e di curry se lo gradite.

Una volta frullato, l’impasto risulterà morbido quindi aggiungiamo qualche cucchiaio di pan grattato per riuscire a lavorarlo con le mani. Formiamo le polpette, le passiamo nel pangrattato e le facciamo roteare all’interno di una pentola antiaderente con dell’olio e uno spicchio di aglio in camicia fino a renderle dorate.

Seconda preparazione: radicchio saltato.

Il radicchio semi-lungo ha un sapore decisamente amaro, lo taglieremo a striscioline larghe un centimetro e sciacqueremo più volte sotto l’acqua corrente, poi in una pentola antiaderente lo faremo appassire con un goccio d’olio ed una manciata di uvette o uva sultanina.
Aggiustate di sale e avrete un velocissimo contorno da abbinare ai vostri secondi piatti.

Terza preparazione: insalata invernale.

Spesso utilizziamo le arance in insalata, il loro sapore dolce e pungente si può accompagnare con il radicchio variegato e anche a quello tondo, quindi lavate bene le foglie dell’insalata e conditele con arance tarocco tagliate a fettine, olio evo, sale e pepe.

Polpette e bis di contorni al radicchio per un pranzo all’insegna della leggerezza!