Il destino dei pupazzi troppo amati

Ogni pupazzo ha una storia a sé: c'è chi ha la pellaccia dura e chi porta i segni di tutto l'amore che ha ricevuto...

Si dice a volte che troppo amore consuma. Fu questo il destino di Pipino, pupazzo dolce e mansueto nonché adoratissimo compagno di giochi dell’infanzia di mia sorella che, carezza dopo carezza, bacio dopo bacio l’aveva talmente sbrindellato da spingere i nostri genitori a tentare una sostituzione. Ma il nuovo arrivato non fu giudicato nemmeno lontanamente all’altezza: tra pianti e strilli lei rivolle indietro a tutti i costi il suo amato orsetto (che nel frattempo perdeva i pezzi).

Non sempre va così, per carità. Anche i peluche hanno il loro carattere, e alcuni hanno la pellaccia dura. Per esempio Mao, il nostro orso peluche comune che quando ero piccola era ben più alto di me, è uscito indenne da ogni tortura (e colpo di karatè). E anche il mio fido Geo si faceva spupazzare felicemente senza riportare traumi e ferite.

Però devo dire che fanno tanta tenerezza questi Pipini fotografati da Mark Nixon nella serie “Much Loved“. Amputati, mezzi ciechi e spelacchiati come sono, portano orgogliosamente i segni dell’amore che li ha fatti a pezzi.

Laura Clark: bagno pubblico diventa appartamento

Laura Clark: bagno pubblico diventa appartamento

Venti modi strepitosi per appendere le tende

Venti modi strepitosi per appendere le tende

Urushi, la lacca giapponese

Urushi, la lacca giapponese

Decorazioni originali da parete per la tua cucina

Decorazioni originali da parete per la tua cucina

Come non mettere i mobili in casa

Come non mettere i mobili in casa

Come rinnovare casa spendendo pochissimo

Come rinnovare casa spendendo pochissimo

Idee creative per testiere del letto fai da te

Idee creative per testiere del letto fai da te