Cromoterapia in casa, come i colori degli ambienti influenzano l’umore

L'importanza di circondarsi di colori

 

La cromoterapia è una medicina alternativa che fa uso dei colori come terapia non solo per la cura delle malattie, ma anche per il miglioramento del benessere psicologico.
I colori hanno un fortissimo significato simbolico e aiutano il corpo e la mente a ritrovare il loro naturale equilibrio. Quindi ogni colore viene associato a particolari caratteristiche psichiche e spirituali e produce sensibili effetti sul funzionamento dell’organismo.
E’ così, per chi ci crede, anche se non esistono prove scientifiche sulla fondatezza di questa pratica sebbene abbia origini antichissime.

Il binomio arredamento e cromoterapia è dunque imprescindibile per assicurare il benessere psicofisico tra le pareti domestiche.

Giallo

deltongo-MILANO
Arredare con il giallo

Il giallo viene associato alla parte sinistra del cervello e in genere al lato intellettuale, con effetti di stimolazione e aiuto nello studio. È considerato un colore protettivo e concreto ed è associato alla felicità, alla saggezza e all’immaginazione. E’ un generatore di buon umore.

Il giallo è perfetto per le cucine, le sale da pranzo e i bagni. Non va però utilizzato come tinta principale di un ambiente, perché, in grandi quantità, il giallo tende a creare sentimenti di frustrazione e rabbia. In cromoterapia si ritiene che questo colore sia capace di stimolare i nervi e purificare il corpo.

Blu

blu
Arredare con il blu

Si dice che il blu abbassi la pressione sanguigna e rallenti la frequenza dei battiti cardiaci e della respirazione . E’ considerato un colore rilassante ed è spesso consigliato per camere da letto, ma anche bagni. Può diventare un colore freddo, però, in mancanza di molta luce naturale nella stanza.

Per favorire il rilassamento negli spazi condivisi vanno scelte delle tonalità di blu più calde e morbide, come il pervinca, l’azzurro o il turchese. Un blu troppo scuro potrebbe trasmettere tristezza.

Verde

Living room verde
Living room verde

Il verde è il colore fondamentale della natura, è il colore dell’armonia. Simboleggia speranza, equilibrio, pace e rinnovamento.

Il verde rilassa gli occhi,  favorisce la riflessione, la calma, la concentrazione. Risultato della combinazione di blu e giallo,  il verde è un colore utilizzabile ovunque. Ha in se abbastanza calore sia per dare comfort sia per stimolare la socialità. Allevia lo stress e “probabilmente” stimola la fertilità.

Rosso

Henry-Matisse-La-stanza-rossa
La stanza rossa. Henry Matisse

Il rosso ha valenze sia positive che negative. Amore, fuoco, calore, energia e luce. Questo colore viene associato alla forza, alla salute e alla vitalità. Rappresenta la gioia, la festa, l’eccitazione sessuale e le passioni violente. Aumenta la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca e quella della respirazione.

Il rosso aumenta il livello di energia di una stanza. Di solito è considerato un colore troppo stimolante per le camere da letto, anche se alla sola luce della lampada, il colore si placa e diventa ricco ed elegante. Il rosso è un catalizzatore di adrenalina.

Colori neutri 

EDOARDO PETRI
Edoardo Petri. Toni neutri

colori neutri, come il nero, il grigio, il bianco e il marrone, sono essenziali nella decorazione degli ambienti e sprigionano eleganza. La forza di queste tinte risiede nella flessibilità: possono vivacizzare gli spazi, così come possono calmarli.

Spesso chi pratica cromoterapia come tecnica della medicina ayurvedica è solito abbinare i colori ai chakra, i punti di energia posti in corrispondenza di diverse ghiandole endocrine, quindi collegati al sistema nervoso. A ciascuno dei sette chakra corrisponde uno dei sette colori dell’arcobaleno.

Ecco qui un interessante video sulla mappa delle energie.