Dalla corrente dei fiumi alle gallerie d'arte: il lavoro con il legno di Ella Robinson

Nelle mani dell'artista britannica il legno di scarto diviene arte

Death by Jumbrella
Death by Jumbrella

Da molto tempo ho una passione per i legni consumati dall’acqua di mare o trasportati dalla corrente dei fiumi (in italiano manca la parola, che c’è invece ad esempio nella lingua inglese: driftwood). Credo di essermi portata dietro questa quasi-fissazione dal Canada e adesso trova libero sfogo in Puglia: questi legni portano in sé la magia delle forze della natura che li hanno segnati e dei luoghi che hanno attraversato.

Se io mi limito a raccogliere (per ora), ci sono artisti che utilizzano questo materiale come materia prima, supporto, forme ispiratrici di altre forme.

È il caso di Ella Robinson che raccoglie legni sulla costa meridionale dell’Inghilterra e li utilizza insieme a fibre tessili dai colori brillanti per creare pezzi unici – oggetti o piccole sculture – davvero particolari. Riciclando ciò che l’uomo ha già prodotto, così, l’artista non solo produce oggetti dall’impatto ambientale pressoché nullo, ma si appropria del carattere naturale di ciascun pezzo di legno.

Hugh
Hugh

Selection of Hearts
Selection of Hearts

Colourful Spinners
Colourful Spinners

Canoe Cocktail
Canoe Cocktail

Biglove
Biglove

Regali di Natale fai da te: dei “cosi”

I buffi mobili di Straight Line Design

DIY: decorazioni natalizie al bicarbonato

I gioielli di Elke Kramer (ode al packaging)

Architetture possibili: Maison L

Arance essiccate come farle e creare i decori di Natale

Jimmy Choo, il Bull Terrier tra fotografia e illustrazione