RUN: Arte alle Olimpiadi 2012

Nella rassegna "Art in the Park" al Parco Olimpico di Londra è possibile ammirare l'opera dell'artista italiana Monica Bonvicini

Fervono i preparativi per le Olimpiadi 2012, la cui data di inizio è fissata al prossimo 27 luglio. Buon per chi riuscirà a vedere qualche evento sportivo (prima o poi ce la farò anch’io), ma anche per coloro che dovessero capitare a Londra in questi mesi le attrazioni nate intorno al grande evento non mancano di certo. Tra tutte, da non perdere è sicuramente una bella passeggiata nel Parco Olimpico che ospita la rassegna Art in the Park, già inaugurata lo scorso 27 aprile con 26 installazioni commissionate per celebrare i Giochi 2012 che si fondono con l’infrastruttura del Parco.

RUN di Monica Bonvicini
RUN di Monica Bonvicini

Ad accogliere i visitatori è l’opera di un’italiana, Monica Bonvicini: RUN, tre lettere alte nove metri per 30 tonnellate di peso, ricoperte di una superficie a specchio che con la luce del giorno riflettono l’area circostante e di notte rivelano un’anima di luci a LED, sintetizza in modo imponente lo spirito della manifestazione, e lo sport che classicamente la rappresenta.

Una sintesi ideale cui Monica Bonvicini è arrivata a suon di musica, in particolare ispirandosi alle canzoni “Running dry” di Neil Young e “Run Run Run” dei Velvet Underground. Un grande risultato per colei che è una dei maggiori esponenti italiani nello scenario internazionale dell’arte contemporanea, e che racconta così la sua opera:

È emozionante vedere finalmente il lavoro sul posto, dopo che mi è stato assegnato dalla commissione nell’estate del 2010. RUN si fonde già perfettamente col paesaggio, evitando la monumentalità nel suo riflettere il panorama circostante. Di notte i riflessi di luce psichedelici illumineranno il lavoro in modo stimolante, elegante e spiritoso, che riflette la grande vivacità di Londra.

RUN di Monica Bonvicini
RUN di Monica Bonvicini

Tutte le opere esposte nel Parco rimarranno accessibili al pubblico anche dopo i Giochi Olimpici sotto forma di mostra d’arte outdoor permanente, mentre il Parco sarà rinominato “Queen Elizabeth II Olympic Park”.

Venti modi strepitosi per appendere le tende

Come montare un mobile Ikea in 8 minuti

Come non mettere i mobili in casa

Idee regalo originali per la casa

Milano Design Week: tutti cercano il Salone del Mobile

10mila euro al mese per affittare la casa di Fedez a Milano

Gli accessori ecosostenibili di Vivienne Westwood per fare yoga