Scopri la Land Art

Quando la natura diventa arte

 

La Land art è un movimento artistico nato alla fine degli anni Sessanta negli Stati Uniti d’America, in risposta allo sfruttamento e alla snaturalizzazione del paesaggio, sempre più forti e distruttivi.
Gli artisti escono dagli spazi ristretti ed elitari dei musei e delle gallerie e “occupano” il territorio, la natura, lasciando la loro impronta.
Le opere sono spesso effimere, realizzate con materiali naturali e quindi deperibili, ribadendo il concetto di eterno rinnovamento della natura.

Il rapporto con lo spazio si fa totale, l’opera è lo spazio, ne sonda i confini, la struttura, le caratteristiche specifiche. I rapporti di scala tra le dimensioni reali dell’oggetto e del contesto vengono spesso stravolti.

Luca-Degara-Avvolto-ph-Massimiliano-Rosa-1

Opera di Luca Degara, al LEDRO LAND ART FESTIVAL

La natura stessa diventa opera d’arte, come nella celebre installazione Lightning Field di Walter De Maria che nel 1977 dispone 400 aste d’acciaio nel suolo perché fungano da parafulmine. L’effetto è spettacolare.

Walter De Maria, "The Lightning Field," 1977. Long term installation near Quemado, New Mexico. Photo: John Cliett © Dia Art Foundation.

Un’opera divenuta un cult della Land Art

Gli interventi site specific sono su grande scala, le proporzioni e le dimensioni si allargano a dismisura, il punto di vista dell’osservatore è spesso dall’alto e contemporaneamente l’opera viene vissuta anche dall’interno: il fruitore si trova coinvolto nell’opera stessa, vi è immerso, generando cortocircuiti che azzerano ogni distanza tra artista, spettatore e oggetto d’arte.

desert 1

Desert Breath, 1995,  by D.A.ST. Arteam, Sahara

desert 3

Un’altra immagine dell’Opera Desert Breath, nel deserto del Sahara

La forza del messaggio, la leggerezza dei materiali

I messaggi sono molto forti, possono avere connotazioni politiche, di denuncia ambientale, a volte invece sono la ricostruzione dell’identità perduta di uno spazio, del suo uso, del rapporto tra uomo e paesaggio.

L’opera dell’artista polacco Jaroslaw Koziara, esposta nel 2011 al Landart Festival al confine tra Polonia e Ukraina,  si pone contro l’irrazionalità dei confini politici e amministrativi tra le nazioni, tra gli uomini. La sua installazione, un gigantesco pesce creato seminando differenti piante in un campo, si estende a metà tra i confini polacchi e ucraini.

epa02877927 An aerial view shows the land art installation by Polish artist Jaroslaw Koziara as a part of the Land Art Festival on the field between Horodyszcze (Poland) and Warez (Ukraine), 23 August 2011. The giant fish was created by seedding different kind of plants on the field between the Polish and Ukrainian border. It in symbolic and physical ways crosses Schengen area towards Ukraine. The art of land is an artistic act to show that nature and culture are beyond borders established by man.  EPA/WOJCIECH PACEWICZ POLAND OUT

L’arte, come la natura, non conosce confini

polonia

Alcune opere esposte al Landart Festival nelle passate edizioni

Sul concetto effimero di natura, ma anche sul tema della sostenibilità ambientale dell’arte, lavora l’artista inglese Martin Hill, realizzando opere di estrema leggerezza, dove il contesto diventa un tutt’uno con l’oggetto d’arte realizzato. Le opere svaniscono nel tempo, restano le fotografie a testimonianza dell’atto creativo.

martin hill 1

La leggerezza delle istallazioni di Martin Hill

martin hill 3

Elementi naturali, acqua, luce, per un effetto di smaterializzazione

Gli artisti Alexandra Dior e Benoît Floquart riflettono sul difficile tema della disponibilità dell’acqua, intesa come risorsa sempre più critica per gran parte del mondo. L’installazione Fleuve Rouge è un fiume rosso sinonimo di vita che attraverso dei fili tesi  scaturisce da un pozzo e invade vari punti del giardino del Domaine du Rayol, a Saint Topez, dove è stata esposta, creando inattese visioni paesaggistiche.

saint tropez

Un unico colore, diversi elementi, sono la forza di quest’opera

Interazione tra uomo e spazio

La Land art è anche un’arte performativa, che nasce dalla sinergia tra artista/fruitore e spazio, in momenti unici e irripetibili. L’arte è nel gesto, nell’incontro, come esplicita Calixto Ramìrez, nella sua serie di opere Processo di acclimatazione, del 2013

calixto ramìrez

Una crepa nel muro diventa un’occasione d’arte

Dove in Italia?

Se volete ammirare alcune opere di Land art, ci sono molti festival anche in Italia sul tema, oltre che parchi e residenze che ospitano ormai in forma permanente opere del genere.

Il Trentino è tra le regioni italiane forse la più impegnata a portare avanti il concetto di Land art, con numerose iniziative ed esposizioni divenute oramai appuntamenti molto conosciuti e apprezzati. Tra i principali c’è Arte Sella, nella Val di Sella, che ha visto nel tempo la partecipazione di più di 300 artisti. Tra le tante iniziative non potete perdere il percorso ARTENATURA: un sentiero che unisce natura e arte in modo molto emozionante.

arte sella 1

Incontri nel bosco

arte sella 2

Altre istallazioni, come apparizioni inaspettate lungo il percorso

Sempre in Trentino potrete incamminarvi per una piacevolissima passeggiata nello splendido Parco naturale Adamello Brenta, attraverso il  Bosco Arte Stenico, per scoprire opere di Land art realizzate esclusivamente con materiale vegetale proveniente dal bosco stesso. Il percorso è aperto tutto l’anno ed è facilmente raggiungibile da più punti. Merita sicuramente una visita, durante le vostre vacanze.

arte stenico

Visioni dalla natura

Quest’autunno, precisamente dal 3 ottobre a 3 novembre, prenderà vita l’XI edizione Land Art Campiflegrei a Napoli, con più di settanta artisti partecipanti e un ricco programma artistico. Il tema di quest’anno è “La pratica artistica come evento sociale” e verrà realizzato attraverso sculture e installazioni in dialogo con l’ambiente naturale e il paesaggio, in un contesto internazionale, grazie alla partecipazione di artisti e intellettuali da tutto il mondo.

campi flegrei

Alcune opere esposte nella scorsa edizione

campi flegrei 2

Gusci di castagne come una tenda tessuta

In Puglia, invece, il 4-5-6 settembre si svolgerà la III Edizione dell’Apulia Land Art Festival presso gli Antichi Orti Terrazzati di Ostuni. Un evento a cui vale la pena partecipare, sia per il magnifico contesto che lo ospita, sia per la qualità della manifestazione. Il tema dell’edizione 2015 sarà “AgriCulturLand” e quale miglior ambientazione se non le distese di ulivi di una terra da sempre dedita all’agricoltura, fino a plasmare la sua identità paesaggistica attraverso le coltivazioni tipiche?

apulia

Materia, forma, colore

Infine per chi vuole visitare EXPO a Milano, potrà vedere esposte le opere vincitrici della call internazionale bandita dall’associazione Arte in Cascina. Le opere vogliono essere un messaggio di sostenibilità e valorizzazione del territorio in cui sono esposte.

EXPO ARTE IN CASCINA

Il cibo, tema di EXPO, dal punto di vista della Land Art

 

Se vuoi approfondire il tema Land Art o avere maggiori info sui Festival:

https://contemporaryearthart.wordpress.com/page/2/
martin-hill.com
www.danaestratou.com
www.ledrolandart.it
www.landartcampiflegrei.com
www.apulialandartfestival.it
https://yau.com.mx/artists/calixto-ram%C3%ADrez
www.artesella.it/index.php
www.boscoartestenico.eu/2015/index.php
www.arteincascina.org/land-art-a-expo

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Come illuminare un corridoio buio

Come illuminare un corridoio buio

10 oggetti vintage che dovresti avere in casa

10 oggetti vintage che dovresti avere in casa

4 regole da seguire per appendere le nostre foto alle pareti di casa

4 regole da seguire per appendere le nostre foto alle pareti di casa

Come fare un albero intagliato su tela

Come fare un albero intagliato su tela

Cosa succede se ti metti davanti allo specchio Mudu Mirror

Cosa succede se ti metti davanti allo specchio Mudu Mirror

Come arredare casa con il vimini

Come arredare casa con il vimini

Milano Design Week: tutti cercano il Salone del Mobile

Milano Design Week: tutti cercano il Salone del Mobile