Tinte pareti: quali colori scegliere?

Come scegliere il colore delle pareti in base ai nostri sensi

 

Le ultime tendenze in tema di interior design propongono diverse colorazioni per le stanze della casa, in relazione alle diverse funzioni degli ambienti. Addirittura non tutte le pareti hanno lo stesso colore, preferendo accentuare solo alcuni lati, con campiture piene, in contrasto o armonia con gli elementi di arredo. Questo stile è sicuramente più fresco e originale rispetto alle case di una volta, monocromatiche e un po’ monotone, ma bisogna fare attenzione a scegliere i colori giusti, sia in relazione gli uni agli altri (non dimentichiamo che anche se le stanze sono separate, il passaggio da una all’altra influenza comunque la nostra percezione del totale) sia agli elementi di arredo.

I colori non hanno solo connotazioni estetiche, ma veicolano sensazioni che si ripercuotono positivamente o negativamente sul nostro stato mentale e fisico. È per questo che è molto importante scegliere il colore giusto per gli ambienti, per creare un’atmosfera rilassante e adatta alle azioni che vi si svolgono.

Un colore, un’emozione

Ogni colore stimola diverse parti del nostro cervello, andando a esaltare alcuni caratteri e comportamenti. Vediamone alcuni, in base al loro impiego negli ambienti che viviamo.

Il bianco è la tonalità della purezza, della luminosità, dello spazio aperto. Richiede complementarità con gli arredi, altrimenti, nonostante sia il colore della luce, se applicato in maniera totalizzante in un ambiente, trasmette la sensazione di vuoto e scarsa energia.

1foto bianco
Un ambiente elegante, ma privo di accenti

Il giallo è il colore dell’energia, accelera la respirazione e favorisce l’attenzione. Stimola la creatività e la convivialità: ottimo in cucina e camera da pranzo, sconsigliato in camera da letto.

2 foto giallo
Una camera da pranzo gialla stimola la convivialità

Il rosso è associato alla passione, ma anche all’aggressività. Aumenta la frequenza cardiaca, favorendo le attività. È consigliato nelle aree di passaggio, ma non in camera da letto. Meglio se utilizzato negli arredi piuttosto che  a parete. Inoltre fa sembrare più piccola una stanza.

3 foto rosso
Il rosso è poco adatto alle camere da letto

L’azzurro al contrario è calmante e rinfrescante, perfetto per il bagno e le camere da letto. Molto indicato per persone nervose.

4 foto azzurro
Un ambiente riposante e rilassante

Il verde è il colore dell’equilibrio e della concentrazione, per questo è utilizzato nelle sale operatorie o aule di studio. È invece sconsigliato in ambito residenziale, non solo perché ricorda la malattia, ma anche perché appiattisce gli ambienti, specie se abbinato ad arredi con poco carattere.

5 foto verde
Un accostamento da evitare: appiattisce l’ambiente

Il nero accentua fortemente le reazioni emotive, molto denso di significati simbolici. È tuttavia utilizzato, anche per l’estrema adattabilità a ogni arredo e colore complementare. È un colore potente, che va usato con sapienza e moderazione, in grado di contrarre in modo evidente lo spazio.  Perfetto per arredi di design molto caratterizzati.

6 foto nero
Una parete nera: elegante e moderna

Il colore dei sensi

I colori riescono a sollecitare i nostri sensi, influenzando la percezione che abbiamo di uno spazio. Per questo la scelta del colore giusto è fondamentale per creare una stanza confortevole e armoniosa.

I colori possono alterare sensibilmente la percezione della temperatura: le tonalità del rosso e del giallo, trasmettono calore, soprattutto se accostati tra loro, mentre la gamma degli azzurri e verdi chiaro, veicolano una sensazione di freschezza. È per questo che saranno perfetti per le pareti di una casa al mare o in posti molto assolati.

foto A
La freschezza di una casa al mare

Anche il gusto e l’olfatto sono stimolati dal colore: il rosa chiaro, il color lavanda e il verde menta chiaro risvegliano piacevoli sensazioni di freschezza e profumo di fiori. Un bagno color lavanda è perfetto per associare allo spazio un’idea persistente di profumo e pulito. Al contrario un bagno color verde marcio imprimerà all’ambiente un’idea di poca salubrità.

foto B
Ok per il lavanda, decisamente no il verde marcio!

Il rosa e il celeste chiaro sono  i colori della dolcezza e della sofficità, perfetti per le camerette dei bimbi. Inoltre attutiscono la percezione del rumore.

Al contrario tinte dai toni acidi come il verde mela o blu elettrico veicolano un’idea di asprezza e caos e sono quindi meno adatti alle camerette.

foto C
Camerette a confronto

Gli abbinamenti

Infine non dimentichiamo che una stanza non è fatta di sole pareti, ma anche di tutti i mobili e gli arredi che la compongono. È fondamentale considerare gli abbinamenti di colore, non solo da un punto di vista estetico, ma anche per le sensazioni che stimolano, in modo da non creare conflitti, ma assecondare e rafforzare caratteristiche simili o complementari: ad esempio le tinte viola delle pareti, associate alla sensazione di freschezza e profondità emotiva, renderanno l’ambiente perfetto per accogliere gli ospiti, se abbinate al giallo degli arredi, per stimolare convivialità ed energia!

arredamento_e_colori_caldi_giallo_rosso_e_arancio
Un abbinamento deciso e molto stimolante

In questo video impariamo a dipingere delle strisce perfette su una parete colorata!