Tutorial: come ridipingere vecchi mobili

 

Ho trovato questi panchetti di legno antichi che necessitano di un restauro. Ho preferito dipingerli con una tinta colorata per abbinarli meglio al mio arredamento e dargli un’aria più fresca.
Se anche voi avete qualche mobile vecchio a cui voler dare una nuova vita seguite questo tutorial: il procedimento è piuttosto semplice, serve però un po’ di accuratezza e pazienza per garantire un risultato soddisfacente.

1 stato di fatto
Panchetto in legno da ridipingere

Occorrente:

Carta abrasiva grana media (io ho usato la 120)
2 pennelli di medie dimensioni
Vernice colorata per legno all’acqua
Vernice colore più scuro all’acqua
Vernice trasparente incolore per legno
Acquaragia

Procedimento:

1. Scartavetrare

La prima importante operazione da fare è carteggiare il mobile per rimuovere la vecchia vernice, smussare la superficie e prepararla alla pittura. Facciamolo con delicatezza e sempre nella direzione delle venature del legno per non creare striature visibili. Al termine rimuoviamo bene la polvere che altrimenti si attaccherebbe alla vernice.

2 carteggiare
Carteggiare il legno

2. Dipingere

Adesso possiamo passare alla pittura, ho scelto una tinta color verderame, naturalmente è vernice coprente per legno all’acqua, finitura satinata. Non avevo la tinta che desideravo, così ho unito due vernici di colori simili per creare quella che più mi piaceva. Per fare questo è però fondamentale che le vernici abbiano le stesse caratteristiche (cioè entrambe per legno, entrambe all’acqua).

Anche in questo caso la pittura va stesa sempre nella direzione delle venature del legno. Diamo una prima mano in modo uniforme poi secondo le indicazioni riportate sul barattolo di vernice attendiamo il tempo necessario all’asciugatura completa e passiamo una seconda mano.

3 dipingere
Dipingiamo!

3. Rifinire

Il risultato finale è però un po’ piatto, nel senso che la vernice tende a essere molto unitaria una volta stesa, il che è perfetto per mobili moderni, ma per quelli antichi l’effetto è un po’ inverosimile. Occorre quindi cerare delle leggerissime ombreggiature con un colore differente ma sempre nella gamma di quello utilizzato per la base. Io ho usato un verde scuro, molto diluito.

Procediamo bagnando molto il pennello e prendendo una piccolissima quantità di colore, che stenderemo solo in alcuni punti, come se fosse il naturale invecchiamento del mobile.

4 verde
Sfumiamo con il verde

4. Invecchiare

Per completare questo effetto di invecchiamento, con la carta abrasiva rimuoviamo leggermente un po’ di vernice, in piccoli punti: lungo i bordi, o nelle insenature… per un effetto molto naturale.

5 carteggiare
Carteggiare con delicatezza

5. Lucidare

L’ultimo passaggio consiste nello stendere una mano di vernice trasparente incolore che proteggerà il mobile e darà l’effetto di finitura. Ho utilizzato una vernice in gel, ma ce ne sono molte in commercio. Solitamente sono diluite con acquaragia, quindi teniamola a disposizione per ripulire il pennello e le mani!

Anche in questo caso stendiamola con accuratezza evitando accumuli, passiamo il pennello in modo uniforme, lungo le venature del legno. Lasciamola asciugare a lungo altrimenti rimarrà appiccicosa.

6 lucido
Lucidiamo con la vernice trasparente
7 finale
Risultato finale lucido

Ed ecco il risultato finito! Ho fatto lo stesso con un altro panchetto (erano in coppia) con un colore però leggermente diverso, in modo da creare un po’ di “movimento”. Potranno essere usati come comodini o disposti in salotto con una pianta e qualche rivista sopra.

8 disposti
La coppia

In questo video qualche consiglio in più!

 

di Maddalena Franzosi