Tavolo picNYC: per un pasto lussureggiante

Lo studio di design olandese Haiko Cornelissen ha ideato un tavolo in erba naturale per portare in casa l’esperienza del picnic

Haiko Cornelissen, picNYC table
Haiko Cornelissen, picNYC table

Giardini pensili e orti cittadini, guerrilla gardening e vertical farm: tante sono le correnti e i movimenti in tema di gestione urbana, bioedilizia ed eco-sostenibilità, che cercano sempre più di far tornare il verde riportare la dimensione naturale nella vita cittadina.
A partire da questo desiderio di “campagna a domicilio” i designers dello studio olandese Haiko Cornelissen hanno ideato un tavolo da cucina dove cresce erba vera: il tavolo “picNYC”.

Haiko Cornelissen, picNYC table
Haiko Cornelissen, picNYC table

Come nella “vera” esperienza campestre, il prato d’erba del tavolo va curato e accudito come un vero prato, innaffiato e potato quotidianamente. Un tavolo in crescita e in evoluzione, dunque, che reagisce in maniera diversa e personalizzata in base alla manutenzione che riceve, a quante volte l’erba viene potata, all’esposizione solare cui è esposto e alle stagioni. È anche possibile seminare fiori, erbe o addirittura verdure.

E per chi fa “danni” è comunque possibile ripristinare il verde brillante originale richiedendo nuovi tappetini erbosi, disponibili tutto l’anno, alla casa madre.

Milano Design Week: tutti cercano il Salone del Mobile

Milano Design Week: tutti cercano il Salone del Mobile

Regali di Natale fai da te: dei “cosi”

Regali di Natale fai da te: dei “cosi”

10 oggetti vintage che dovresti avere in casa

10 oggetti vintage che dovresti avere in casa

L’arte dei bambini trasformata in gioielli: il gusto della felicità di Kritzelsilber

L’arte dei bambini trasformata in gioielli: il gusto della felicità di Kritzelsilber

I gioielli di Elke Kramer (ode al packaging)

I gioielli di Elke Kramer (ode al packaging)

Venti modi strepitosi per appendere le tende

Venti modi strepitosi per appendere le tende

Micro-loft a Manhattan: 40 mq firmati Specht Harpman Architects

Micro-loft a Manhattan: 40 mq firmati Specht Harpman Architects