5 idee per un matrimonio DAVVERO alternativo

 

Si fa un gran parlare di matrimonio originale, ma poi, con l’obiettivo di stupire a ogni costo, molte coppie si ritrovano a vivere un ricevimento che non li rispecchi minimamente, o a fare proprie idee recuperate dalla rete o dai cataloghi delle fiere sposi. A maggior ragione ciò accade nell’era dei social e dell’informazione iper-accessibile, quando una coppia in procinto di sposarsi viene bombardata da tendenze di vario tipo.
Ma come distinguere fra ciò che fa per voi e ciò che possiamo lasciare ai trend setter? L’abbiamo chiesto a Simona, responsabile editoriale di zankyou.it, il portale che da quasi 10 anni è un vero punto di riferimento nella blogosfera per futuri sposi proveniente da tutto il mondo.
Ecco 5 tips per organizzare un matrimonio unconventional.

Abito da non-sposa

Una vera sposa alternativa non compra il proprio abito in un  atelier dedicato alle spose, ma sceglie ciò che più le piace e che sia adeguato all’occasione e al tipo di ricevimento organizzato ovunque le capiti. Non privilegia il bianco a meno che non lo faccia per un suo gusto personale, non teme il colore e osa abbinamenti per molte, ma non per tutti. Una vera sposa alternativa è capace di dire no a quel mondo che propone e impone scelte dispendiose e apparentemente irrinunciabili, non cade nel tranello dell’incontentabilità, evita drammi a mesi di ricerca in atelier alla moda e prove abito infinite.
Semplicemente, esce a fare shopping alla ricerca dell’abito in cui si senta al meglio, che sia bianco, rosso, verde, lungo, corto, stretto o largo. Perché solo in questo modo nel suo giorno speciale rimarrà se stessa, avrà un bel vestito da riutilizzare anche in altre occasioni e tanti soldini risparmiati da dedicare ad altro. Siete vintage-addicted? Inutile costringervi nel classico abito bianco da principessa, quando potreste sentirvi al top in un modello anni 50 a palloncino con veletta e maxi fiore. Lo stesso discorso vale per lo sposo, che potrà optare per un modello classico, ma non troppo, da personalizzare con dettagli di colore a tema.

rock-chick-wedding-dresses-3
Abito da sposa Rock
il_fullxfull.284784260
Abito anni ’50

Il rito civile

Il rito civile, sebbene porti con sé ancora qualche critica relativa al suo essere poco emozionante e sbrigativo, rimane il modo davvero alternativo per celebrare le proprie nozze. Per prima cosa ogni rito religioso, di qualunque religione si tratti, richiede una spesa economica mediamente superiore ai riti civili. Al di là di approfondimenti etico-morali, il fatidico SI è da sempre un sigillo legale al proprio amore ed è per questo che sarebbe bello rendersi conto che non serva una chiesa super addobbata, un rito per lo più imposto dal celebrante di turno, corsi pre-matrimoniali, donazioni e chi più ne ha più ne metta.
Il rito civile è una forma rituale più breve, economica, intima e personalizzabile che offre l’opportunità, a molti sconosciuta, di essere celebrata da un qualunque cittadino scelto dagli sposi stessi. E non c’è nulla di più emozionante di una persona a voi cara sigilli il vostro amore, avendo la libertà, articoli a parte, di farlo attraverso le sue più sentite parole, che siano improvvisate o preparate, inventate o ‘rubate’ in prestito a una poesia nota o una canzone. 

Con il rito civile potete sposarvi dove vi pare!

Il ricevimento

Di certo la scelta del tipo di ricevimento è un momento fondamentale per la realizzazione delle proprie nozze, nonché la voce che più pesa nel budget di ogni coppia. Un matrimonio alternativo che si rispetti non opta per quelle location pronte ad offrirvi formule all-inclusive preconfezionate, apparentemente super convenienti: obblighereste i vostri ospiti a rimanere a tavola per ore, senza contare lo spreco di cibo con immancabili sbadigli e gambe indolenzite.

Scegliete piuttosto location semplici e alla mano, che vi consentano di personalizzare il più possibile ogni dettaglio, optando magari per spazi alternativi dal carattere urban-chic. Un loft minimal dove ricreare un nido accogliente con pochi dettagli, ma curatissimi, e un servizio catering che proponga ai vostri cari manicaretti di stagione. Privilegiate situazioni easy con buffet libero e finger food: lasciate che i vostri ospiti possano muoversi liberamente, scegliere i propri commensali con tavolini d’appoggio free e interscambiabili. Mantenete il più possibile basso il numero degli invitati e fate sì che il tutto non duri più di tre o quattro ore. Solo così sarà per voi e per i vostri ospiti una giornata serena, piacevole e indimenticabile. A prova di sbadiglio!

Bomboniere e confetti

Oggi come oggi è alternativo riciclare, non sprecare, rispettare la natura. Ecco perché le ormai obsolete bomboniere tradizionali sono dettagli da considerare con estrema attenzione. Le più fortunate finiranno nell’opaca credenza di zia Antonietta accanto alla bomboniera del matrimonio dello zio Luca, per essere sommerse dalla polvere secolare, un gran numero saranno dimenticate in fondo a un cassetto, e la maggior parte saranno gettate via alla prime pulizie di primavera. Molto meglio confezionare in modo carino, originale e fai da te, confetti o dolciumi vari, trasformando le leccornie in bomboniere ricordo. Un’alternativa eco friendly che vi permetterà di regalare un pezzetto di voi ai vostri cari, che apprezzeranno idea, impegno e fantasia. Ma per chi non riesce a fare a meno degli infernali ricordini, meglio orientarsi verso scelte intelligenti: oggetti utili e utilizzabili, piantine, semi da piantare in vasetti che contengono i confetti, prodotti handmade realizzati all’uncinetto, segnaposti o libretti che possono trasformarsi essi stessi in oggetti ricordo. Le idee potrebbero essere infinite, l’importante è tenere a mente che il ricordo di una giornata speciale rimarrà soprattutto nei cuori dei vostri invitati e non nei loro cassetti!

diy-floral-favors-daffodils-in-sake-cups-sp10-0615_vert
Un bellissimo fiore al posto della classica bomboniera

Inviti e partecipazioni

Anche per gli inviti e le partecipazioni da distribuire ai vostri invitati, la chiave di scelte realmente alternative è la personalizzazione, l’economia e il fai da te.

Rivolgersi a una tipografia specializzata in matrimoni è come sempre una soluzione dispendiosa e tradizionale. Perché non creare un logo da apporre sugli inviti, che oltre a fungere da save the date, ricorderanno anche indicazioni pratiche sulla cerimonia? Una guida per raggiungere i luoghi dell’evento e suggerimenti pratici quali parcheggi e hotel dove pernottare saranno informazioni gradite da parte di chi viene da fuori, e che potrete diffondere mediante il vostro sito web dedicato al Big Day. In epoca 2.0, ridurre la carta stampata è un’opzione per gli sposi più attenti che, nel pieno rispetto della natura, opteranno per save the date virtuali da mandare via email e un sito web che diffonda tutti i dettagli del ricevimento. Il programma della giornata, come arrivare alla location, sondaggi per definire il menù e stabilire con il servizio catering alternative per allergici, celiaci e vegetariani, e ancora, album di foto, liste nozze virtuali… perché non fare diinternet il miglior alleato delle vostre nozze alternative?

Segnalibri al posto dei tradizionali inviti

 

di Redazione