5 scoperte di Charles Darwin che ci hanno cambiato la vita

Nel giorno a lui dedicato, non possiamo che dirgli grazie!

 

Oggi si celebra in tutto il mondo il Darwin Day: nel giorno del compleanno di Charles Darwin, nato il 12 febbraio 1809 a Shrewsbury e morto a Londra il 19 aprile del 1882, vogliamo ricorda il famosissimo biologo e naturalista britannico, famoso per la teoria dell’evoluzione della specie, ma anche per altre scoperte che hanno letteralmente cambiato il nostro modo di vedere il mondo. Se non avete letto il suo libro “L’origine delle specie“, oggi è il giorno giusto per farlo. E se non conoscete Charles Darwin, ecco 10 cose per cui dovremmo dirgli grazie.

charles-darwin1
Buon Darwin Day a tutti!

1. La riproduzione degli organismi viventi

Una delle teorie principali d Darwin spiegava, nell’Ottocento, che gli organismi viventi si riproducono in maniera così veloce che presto potrebbero non avere più risorse o ambiente a disposizione. Avremmo dovuto aprire gli occhi prima su un problema, quello delle risorse naturali, di stretta attualità. E lui lo diceva nell’Ottocento!

2. Non siamo tutti uguali

Darwin, nei suoi studi sulla specie, ha scoperto che gli individui della stessa specie non sono tutti uguali, ma cambiano per carattere e anche aspetto. Laura Pausini canta che siamo tutti simili, ma non tutti uguali ed è questo il bello del mondo, no?

3. Selezione naturale

Darwin ha anche scoperto che gli organismi viventi lottano per la sopravvivenza. E la lotta viene vinta da chi sa adattarsi. Una pillola di saggezza importante per vivere nel mondo di oggi.

4. I cambiamenti positivi fanno bene all’evoluzione

I cambiamenti non devono essere visti come qualcosa di tragico e irreparabile, perché se sono positivi ci aiutano a evolverci.

5. Adattarsi all’ambiente

Non è l’ambiente che deve adattarsi a noi (cosa che ancora non abbiamo capito…), ma noi che dobbiamo adattarci all’ambiente se vogliamo sopravvivere. Non dimentichiamo la forza di Madre Natura.