Adolescente usa il linguaggio dei segni per comunicare con un uomo cieco e sordo in volo

Per fortuna c'era anche lei su quell'aereo!

Clara Daly è una ragazza di 15 anni la cui storia sta facendo il giro del web: il suo atto di gentilezza durante un volo transnazionale sta commuovendo tutti quanti. Clara era in viaggio con la madre Jane, da Boston a Los Angeles, su un aereo dell’Alaska Airlines. Durante il volo di 6 ore con sosta a Portland, nell’Oregon, Clara si è offerta di aiutare un uomo cieco e sordo utilizzando il linguaggio dei segni.


Clara ha offerto le sue abilità per aiutare l’uomo a formare delle lettere con le dita mentre le leggeva le mani, dopo che un assistente di volo ha chiesto all’altoparlante se qualcuno conoscesse la lingua dei segni. Lei la conosceva ed è sempre stata affascinata da questo linguaggio, così si è resa disponibile. Gli assistenti di volo cercavano qualcuno che potesse comunicare con Tim Cook, un uomo cieco e sordo che andava a Portland dopo aver fatto visita alla sorella a Boston. Clara ha usato la diteggiatura per aiutarlo durante il volo.  “Sono andata da lui per tre volte. Una volta per fargli avere dell’acqua, un’altra per dirgli l’ora e l’ultima per parlare con lui”. Così i due hanno chiacchierato un po. Abbiamo parlato della nostra famiglia in Massachusetts e mi ha chiesto dei miei piani per il mio futuro”. Un passeggero di nome Lynette Scribner ha realizzato uno scatto pubblicato poi su Facebook che è stato condiviso più di 500mila volte. “Ci sono ancora persone buone che sono disposte a darsi una mano”.

Anche la compagnia aerea ha ringraziato Clara pubblicamente, sottolineando che al suo arrivo in aeroporto c’era qualcuno della comunità di anziani dove vive pronto a portarlo a casa in tutta sicurezza.

Clara, sotto i riflettori, spera che questa storia possa spingere le persone a essere più altruiste e generose.

Basta poco per cambiare in meglio la vita di una persona!