Avvistamenti di gnomi e fate: la Forestale “indaga”

 

Voi avete mai avvistato gnomi e fate in giro per i boschi? Che ci crediate o non nelle strane creature che vivono nascoste al mondo e che solo ogni tanto si mostrano all’occhio umano, sappiate che esiste un fascicolo ufficiale del Corpo Forestale dello Stato, intitolato “Gnomi e fate nei boschi“. La notizia era stata data l’anno scorso dall’Andkronos e oggi rimbalza nuovamente in rete: cosa contiene questo misterioso fascicolo?

gnomi-fate2
Chi ha visto fate e gnomi?

Pare che il fascicolo sia stato aperto 15 anni fa: la cartellina verde del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali – Corpo Forestale dello Stato contiene segnalazioni, informazioni e anche materiale fotografico sugli avvistamenti, che si concentrerebbero nella zona dell’Appennino tosco-romagnolo, in comuni come San Piero in Bagno e Bagno di Romagna.

Stefano Cazora, dell’ufficio stampa del Corpo Forestale dello Stato, spiega:

Avvistamenti ce ne sono sempre stati e racconti di “fenomeni strani” nei boschi, che si tatti di presenze, misteriose combustioni di alberi o di luci, perché lo gnomo potrebbe essere la rappresentazione sensibile dello spirito del bosco; se il bosco ha una sua forma di intelligenza, stando ad alcuni studi scientifici, a questa potrebbe corrispondere una forma di spiritualità semplice di cui lo gnomo è rappresentazione”.

gnomi-fate1
Non sono solo i bambini a crederci…

Sembra di essere in X Files, non trovate?

di Redazione