Bambina di 3 mesi rinchiusa in auto rigurgita: salvata da un uomo

Per fortuna è una storia a lieto fine!

Da Giulianova ci arriva una notizia che potrebbe essere drammatica, se non fosse per il pronto intervento di un uomo che è riuscito a salvare una povera bambina di soli tre mesi che rischiava la morte. La piccola era rimasta accidentalmente bloccata all’interno dell’automobile, quando ha cominciato a rigurgitare. Per fortuna lì vicino c’era un angelo custode pronto a salvarla!


La bambina era rimasta chiusa nella sua auto. Erano le 18 di ieri quando nel centrale viale Orsini a Giulianova una mamma disperata cercava di raggiungere la sua piccola: il Messaggero racconta che la Mercedes Classe A si è fermata vicino alla chiesa parrocchiale di San Pietro. La mamma è scesa, lasciando la bambina pensando di tornare subito, quindi non facendola scendere. Ma scendendo ha lasciato le chiavi inserite nel quadro. Un timer automaticamente, dopo un breve periodo di tempo, è scattato e ha fatto chiudere le portiere dell’automobile. La donna subito si è accorta di quello che era accaduto e ha cominciato a urlare, chiedendo aiuto ai passanti per poter liberare la piccola rimasta chiusa dentro. Piccola che, tra l’altro, aveva cominciato a rigurgitare e poteva essere in pericolo. Per sua fortuna è prontamente intervenuto un calzolaio che ha il negozio proprio in via Orsini. Ha preso un martelletto per la risuolatura nel suo negozio, è corso all’automobile, ha rotto il vetro e ha permesso alla mamma di riabbracciare e prendersi cura della sua piccola.

I presenti avevano anche chiamato i vigili del fuoco che però sono arrivati quando ormai la piccola era, per fortuna, in salvo.

La caserma, infatti, pare sia molto distante dal luogo in cui sono avvenuti i fatti!

Una piccola distrazione che poteva costare cara alla piccola bambina e alla sua famiglia, una dimenticanza, quella del timer automatico che fa scattare la chiusura dell’automobile, che poteva trasformarsi in una tragedia famigliare.